Logo salute24

Doppio trapianto di braccia: tutto ok, non c’è rigetto

Per il momento sente solo un leggero prurito, ma questa sensazione è indice di un evento straordinario. Karl Merk, agricoltore tedesco di 54 anni, impiegato in un`azienda lattiero-casearia, è stato il primo uomo al mondo a ricevere il trapianto di entrambe le braccia.
L`uomo aveva perso gli arti sei anni fa, a causa di un incidente durante il lavoro: la trebbiatrice con quale stava raccogliendo il granturco gli ha strappò via ambedue gli arti. In quei momenti, ha raccontato poi, avrebbe "desiderato la morte" piuttosto che restare invalido a vita. Anche l`impianto di protesi artificiali era andato male: poco mobili, offrivano movimento tutt`altro che naturali. Non immaginava che di lì a qualche anno i progressi della chirurgia gli avrebbero consentito di essere il primo uomo con due braccia "nuove".
La svolta è avvenuta con l`incontro dei medici della Technical University di Monaco di Baviera, che lo scorso 25 luglio hanno effettuato su di lui il trapianto di tutte due le braccia. L`operazione, data la complessità, si è svolta in due giorni e ha coinvolto un`équipe di 40 chirurghi e infermieri al lavoro in due sale operatorie diverse. In una hanno rimosso le braccia del donatore diciannovenne, morto poche ore prima, e nell`altra le hanno trapiantate sull`agricoltore tedesco.
L`ultimo timore: il rigetto. I medici durante un incontro con i giornalisti hanno dichiarato che "non vi è stato alcun segno di rigetto" e che "le cicatrici sono in via di guarigione". Gli specialisti hanno monitorato i progressi delle condizioni di Merk sottoponendolo a terapia fisica e consulenza psicologica. Per raggiungere l`obiettivo finale, la piena mobilità, bisogna tuttavia attendere ancora due anni, ma Merk è ottimista, e sostiene di attendere con ansia "il momento in cui sarà in grado di nutrirsi e vestirsi da solo".

di nadia comerci
Pubblicato il 01/10/2008