Logo salute24

Sondaggio: quando la Borsa fa perdere il sonno

È nato tutto dal fallimento di una banca statunitense. Le ripercussioni hanno poi investito le borse di tutto il mondo e adesso influenzano persino il sonno degli imperturbabili inglesi.
Secondo un sondaggio online, realizzato dal sito inglese NetDoctor quasi la metà della popolazione britannica ha perso il sonno. Lo spunto per l`indagine è stato fornito dall`aumento di utenti che cercavano informazioni sull`insonnia tra le pagine del sito.
Tra gli intervistati la metà del campione ha dichiara di dormire peggio rispetto ad un anno fa, il 20% sostiene di riposare meno di cinque ore per notte, mentre 1 su 3 afferma di svegliarsi più di tre volte durante la notte. Alla domanda su quale, secondo loro, fosse il fattore scatenante dei loro disturbi la risposta principale è stata lo stress, ma in moltissimi hanno attribuito i loro problemi al lavoro e alle preoccupazioni economiche.
Una tendenza osservata anche da altre organizzazione, confermano altri specialisti che operano nel settore nel Regno Unito. Una conferma arriva anche da Jessica Alexander, giornalista membro del The sleep council. Secondo la reporter i problemi di insonnia "sembrano aumentati in parallelo con gli attuali problemi finanziari". Sembra che le preoccupazioni e lo stress influiscano negativamente sul sonno delle persone. "La travagliata economia e le minacce di recessione di massa - continua la Alexander - hanno creato panico e isterismo, anche tra le persone non direttamente colpite dalla crisi". In questo caso, rilassarsi e bere un bicchiere di latte caldo prima di andare a letto potrebbe non essere sufficiente per prendere sonno. C`è da giurare che la crescita della borsa di Tokyo potrebbe avere effetti migliori.

di nadia comerci
Pubblicato il 14/10/2008

potrebbe interessarti anche: