X

Ti potrebbe interessare anche

Bambini, tutta l'importanza dell'attaccamento

  • Ico_email
  • print
  • Ico_ingrandisci_carattere
  • Ico_diminuisci_carattere
Bimbo-copia

Scoprire il sesso del nascituro:
con un nuovo test del sangue della mamma
a 7 settimane di gravidanza

Costa circa 430 euro (300 sterline inglesi) e promette di scovare il sesso del nascituro quando l'embrione è di 7 settimane, e quindi con tre mesi in anticipo rispetto alle attuali tempistiche. Il test, di cui dà notizia il Telegraph, è stato messo a punto da Esther Guetta dello Sheba Medical Center di Tel Aviv (Israele) e, per ora, risulta disponibile nel mondo in poche cliniche private.

L'esame si basa su analisi del sangue per raccogliere le tracce del DNA del nascituro, e i ricercatori spiegano che è in grado di predirne il sesso con un'esattezza del 99%, senza rischio alcuno per il bambino. Il prelievo del campione di sangue viene effettuato sulla futura mamma in dolce attesa: l'obiettivo è individuare il cromosoma "Y" che contraddistingue il sesso maschile. Mentre le cellule femminili contengono i cromosomi sessuali "XX", infatti, le cellule maschili presentano invece i cromosomi "XY": individuare la Y significa quindi appurare che il nascituro sarà maschio, spiegano i ricercatori, mentre nel caso di assenza della Y sarà femmina.

Alcuni timori sono stati sollevati dagli anti-abortisti: in particolare in alcuni Paesi come India e Cina, riporta infatti il Telegraph, nei quali la nascita di figlie femmine non è sempre ben vista, venire a conoscenza del sesso della prole in una fase così precoce potrebbe spingere ad abortire nel caso in cui si preferisca un figlio dell'altro sesso.

di Miriam Cesta (04/11/2010)

Lascia un commento

Fai una domanda

I commenti sono editati da parte della redazione.