Logo salute24

Check up alle stufe per proteggere la salute dei polmoni

Occhio alle stufe a legna, soprattutto se la manutenzione non è fatta bene, i filtri non sono controllati e gli ambienti non sono ideali. In pericolo ci sono la salute del cuore e dei polmoni. La raccomandazione arriva dagli esperti danesi dell’Università di Copenaghen che hanno messo sotto esame i fumi rilasciati dalle stufe, strumenti per il riscaldamento che stanno ottenendo sempre più successo visti gli alti prezzi di gas e petrolio. Sotto accusa c’è il particolato “che può essere paragonato a quello che arriva dal traffico”, sottolineano i ricercatori su Chemical Research in Toxicology. “Nelle cellule che sono state esposte alla particelle - scrivono - si evidenziano danni al Dna” che si traducono “in rischi di malattie cardiache anche gravi e polmonari”.

Il particolato può diventare un “killer silenzioso”, perché le particelle sono abbastanza piccole da essere inalate per poi depositarsi nelle aree più profonde dei polmoni. Tra i rischi collegati si segnalano tutti quelli legati all’inalazione di sostanze inquinanti, come asma e bronchite. Per gli asmatici, ad esempio, dovrebbero essere prese delle precauzioni maggiori. Importante, ricordano, è garantire i controlli sia nella fase di installazione che di manutenzione, usare solo legno secco e idoneo per l'uso combustibile, con parti tagliate in piccoli pezzi. Garantire, infine, un buon flusso d’aria per ridurre al minimo le emissioni di particolato.

 

 

di co.col.
Pubblicato il 08/02/2011