Logo salute24

Un concentrato di bontà e salute: è il pomodoro

È antiossidante, e quindi risulta un efficiente "eliminatore" dei radicali liberi, tossici per le cellule. Previene l’ossidazione delle lipoproteine, riducendo l’aterogenicità, e quindi il rischio di insorgenza di arteriosclerosi, per cui risulta un valido aiuto contro le patologie cardiocircolatorie. È stata inoltre dimostrata un’associazione tra l`assunzione di licopene e riduzione del rischio della comparsa di alcune neoplasie. Tutto in un unico alimento: il pomodoro, "che dovrebbe far abitualmente parte della dieta italiana già a partire dalla fine del primo anno di vita. È, infatti, uno degli alimenti più importanti dell’alimentazione mediterranea", osserva Claudio Maffeis, docente di pediatria dell`Università di Verona.
Dal pomodoro, oltre il pomodoro. Anche il concentrato, infatti, è un vero elisir di giovinezza, con calcio, ferro, potassio, fosforo, licopene e vitamine da 4 a 8 volte più presenti - per unità di peso - che nel pomodoro fresco. "La cottura del concentrato e l’aggiunta di olio, inoltre, ne fanno aumentare l’assorbimento dall`organismo", spiega Maffeis.
Così insieme a frutta, verdura, latte e yogurt, anche il concentrato di pomodoro è un importante alleato per la corretta nutrizione soprattutto dei ragazzi in fase di crescita. "Il concentrato costituisce un’ottima possibilità per arricchire di nutrienti l’alimentazione del bambino e del giovane - spiega Maffeis -. L’assunzione di adeguate quantità di licopene nell’età evolutiva, infatti, potrebbe risultare infatti potenzialmente utile quale co-fattore di prevenzione sia delle malattie cardiovascolari che di alcune neoplasie".
Fosforo, calcio, vitamine: sono tante e diverse le sostanze nutritive di cui hanno bisogno i ragazzi per un corretto sviluppo psico-fisico. Ma come bilanciare i pasti per essere sicuri di somministrare loro i giusti elementi nutritivi senza esagerare? Un’alimentazione variegata che comprenda latte, latticini, cereali, pesce, uova, e carne in quantità modica, unita a un`abbondante assunzione di frutta, verdura e legumi - spiega l`esperto - permette di soddisfare tutti i bisogni energetici e nutritivi. Ma bisogna fare attenzione: "Spesso si riscontrano carenze in nutrienti come minerali, fibre e oligoelementi che a lungo andare contribuiscono a influenzare lo stato di salute, aumentando il rischio di sviluppare alcune malattie come anemia, stipsi, osteoporosi e aterosclerosi".
Secondo il pediatra l’uso del concentrato di pomodoro come condimento per pasta e riso, soprattutto al posto di salse a base di formaggi, "offre due opportunità: limita l’apporto di grassi saturi, dannosi per il sistema cardiovascolare, e contiene l’apporto calorico, generalmente esuberante rispetto ai fabbisogni. Anche a merenda, insieme a pane e olio, può costituire un’alternativa sana e nutriente, rispetto a merende più ricche di grassi e calorie".

di
Pubblicato il 23/10/2008