Logo salute24

Attacco cardiaco e Dna: individuati 13 nuovi geni che predispongono al disturbo

Scoperti 13 nuovi geni coinvolti nello sviluppo della malattia coronarica e coinvolti nell'insorgenza degli attacchi di cuore: la scoperta arriva da uno studio pubblicato su Nature Genetics da un team internazionale di 167 medici provenienti da Regno Unito, Europa, Islanda, Stati Uniti e Canada guidati dagli scienziati dell'Università di Leicester (Regno Unito).

Lo studio, il più grande mai effettuato sulle malattie coronariche, ha visti coinvolti 140 mila soggetti: l'obiettivo, spiega Nilesh Samani, docente di Cardiologia dell'Università di Leicester che ha co-condotto il programma internazionale di ricerca, era valutare i codici genetici di quante più persone possibili per individuare le variazioni nel Dna responsabili o coinvolte nei disturbi cardiocircolatori.

"La cosa più eccitante del nostro studio - spiega Samani - è che abbiamo scoperto alcuni nuovi geni coinvolti nello sviluppo della malattia coronarica, la principale causa degli attacchi di cuore. Capire come funzionano questi geni, che sarà il passo successivo, servirà a migliorare notevolmente la nostra conoscenza sul come la malattia si sviluppa e potrebbe, in ultima analisi, contribuire a sviluppare nuovi trattamenti".

"Ogni nuovo gene identificato ci porta un piccolo passo più vicino alla comprensione dei meccanismi biologici dello sviluppo delle malattie cardiovascolari e potenziali nuovi trattamenti", consclude Peter Weissberg, direttore medico della British Heart Foundation.

di Miriam Cesta
Pubblicato il 09/03/2011