X

Ti potrebbe interessare anche

Il “gesso” del futuro è in termoplastica

Salute: donne e benessere, organo che crea più problemi è intestino

L’organo che crea più problemi è l’intestino (31%), e quasi una donna su tre (27%) mette in atto comportamenti corretti che ne favoriscano il mantenimento in salute. Il 42% non è in grado di identificare quali siano gli alimenti che aiutano il benessere intestinale, e i probiotici sono conosciuti dal 54% delle rappresentanti del gentil sesso: è questo il quadro che emerge dal rapporto tra donne e stile di vita evidenziato dall’indagine condotta da O.N.Da (Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna) in collaborazione con Yakult, su un campione di 1006 donne italiane di età compresa fra i 20 e i 60 anni. Dall'indagine emerge che solo quando l'intestino diventa un ‘problema’ le donne si rivolgono a fonti più autorevoli: il medico di famiglia (60%), il farmacista (27%) e, inaspettatamente in coda, il dietista o il nutrizionista (2%).

Delle tre categorie di donne identificate (‘sapienti’, ‘selettive’ e ‘monotematiche’) solo le prime (il 28%) sono consapevoli che la sola alimentazione non basta e che occorre praticare costante attività fisica, bere almeno due litri d’acqua al giorno ed eliminare fumo e alcool, mentre le donne delle altre due categorie pensano che sia sufficiente solo uno di questi comportamenti. Pelle (60%) e intestino (38%) sono le parti del corpo cui le donne prestano maggiore attenzione.

L’indagine rientra negli obiettivi della campagna educazionale "Il Mese dell’Intestino Sano" promossa da Yakult con il patrocinio della Fondazione ADI (Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica) per sensibilizzare la popolazione ad adottare comportamenti di vita sani e orientati al mantenimento del benessere intestinale: "I risultati emersi dall’indagine di O.N.Da dimostrano quanto sia importante la nostra scelta di sostenere progetti educazionali che promuovano tematiche come la corretta alimentazione, e che vedono la collaborazione tra enti pubblici, industria alimentare e società scientifiche – spiega Giuseppe Fatati, presidente della Fondazione ADI –. 'Il Mese dell’Intestino Sano' è un'iniziativa fondata su valide premesse scientifiche e sviluppata sulla base di obiettivi in linea con quelli della nostra società scientifica. Per questo motivo rinnoviamo con soddisfazione, per il quarto anno consecutivo, il sostegno e coinvolgimento in questa campagna educazionale che può portare un valido contributo al benessere individuale". 

(03/05/2012)

Le parole più cercate