Logo salute24

Chi è troppo felice mangia male

Non bisognerebbe sedersi mai a tavola con troppo entusiasmo: si rischia di mangiare cose che fanno male. Se invece lo sguardo è rivolto al futuro e in maniera positiva la musica cambia in meglio. È l’ipotesi di alcuni studiosi esposta sul Journal of Consumer Research come risposta alla domanda: “I sentimenti influenzano il nostro appetito?”.

I ricercatori della Pennsylvania State University e della Texas A & M University sostengono che un consumatore felice per il proprio presente ha più probabilità di scegliere e mangiare uno snack molto calorico, mentre chi nutre sentimenti positivi rispetto al domani preferisce fare incetta di frutta. “Abbiamo dimostrato l’importanza del tempo verso il quale le emozioni positive si orientano e abbiamo scoperto - commentano gli autori - che le emozioni positive che convergono verso il futuro riducono il consumo di cibo spazzatura”.


 


I ricercatori hanno condotto numerosi esperimenti. In uno i partecipanti più speranzosi hanno consumato in maniera ridotta uno snack dolce rispetto alle persone che avevano appena sperimentato un avvenimento felice. Se invece chi guarda al futuro positivamente si sofferma sul proprio passato ha una preferenza verso cibi poco salutari. In un altro studio i ricercatori hanno spostato l’orizzonte temporale delle emozioni positive: “Se qualcuno sta vivendo un’emozione che lo farà sentire orgoglioso sceglie cibo più sano di chi è già orgoglioso del momento presente”.

di Cosimo Colasanto
Pubblicato il 05/05/2011