X

Ti potrebbe interessare anche

Attenzione al rame nell'organismo: aumenta il rischio-Alzheimer

  • Ico_email
  • print
  • Ico_ingrandisci_carattere
  • Ico_diminuisci_carattere
Woman-screaming-2

Paura, ansia e stress,
cervello li ricorda
producendo nuovi neuroni

Scoperto il meccanismo che fa sì che la paura si possa ricordare: l'amigdala, zona del cervello che controlla le emozioni, induce la produzione e l'attivazione di nuovi neuroni nell'ippocampo, sede della memoria. Lo hanno dimostrato i neuroscienziati dell'Università della California di Berkeley (Stati Uniti), che ipotizzano che i nuovi neuroni che si formano nell'ippocampo siano coinvolti nella generazione di memorie emotive alterate, caratteristica di disturbi affettivi come le malattie da stress post-traumatico, la depressione e l'ansia. I risultati delle loro ricerche sono stati pubblicati sulla rivista Molecular Psychiatry.

 

In una prima fase dello studio è stato dimostrato che, nei ratti, impedire il funzionamento dell'amigdala fa diminuire la produzione di nuove cellule nervose. In un secondo esperimento i ricercatori hanno marcato i nuovi neuroni prodotti nell'ippocampo per poterli riconoscere e, dopo due settimane, hanno esposto i ratti a una situazione paurosa. Il giorno seguente, al ripresentarsi dello stesso tipo di paura, gli autori hanno osservato l'attivazione dei neuroni marcati. Tuttavia, non era possibile osservare questa attivazione se l'amigdala veniva distrutta. Secondo Elizabeth Kirby, autrice principale dello studio, “i nuovi neuroni non sono coinvolti solo nella formazione della memoria, ma anche nella creazione del contesto emozionale del ricordo”.

di Silvia Soligon (05/07/2011)

Lascia un commento

Fai una domanda

I commenti sono editati da parte della redazione.