Logo salute24

Non meno di dieci: in un numero la chiave della felicità

Se chi trova un amico trova un tesoro, chi ne trova dieci trova addirittura la felicità. È  quanto sostiene uno studio inglese condotto da Richard Tunney, ricercatore dell`Università di Nottingham, che ha rintracciato una precisa proporzione tra le relazioni sociali e il livello di felicità individuale.
Lo studio, promosso dalla National Lottery, ha esaminato un campione di 1.760 soggetti, rivelando che le persone con almeno dieci “buoni amici” sono più serene di quelle che ne hanno meno di cinque. Non devono essere per forza amicizie di lunga data nate sui banchi di scuola: gli aspetti più importanti sono la frequenza e le occasioni in cui ci si incontra o come si trascorre il tempo insieme.
"Dal numero dei buoni amici di cui siamo circondati dipende il nostro benessere – afferma Tunney. – Le persone che si definiscono `molto soddisfatte` hanno due volte più amici di coloro che si defiscono `insoddisfatti`. Le donne hanno, statisticamente, la tendenza ad avere un numero di relazioni più esiguo, ma creano legami più forti". 
I più felici d`Inghilterra, secondo le analisi, sono gli abitanti di Birmingham, con una media di 29 amici a testa, i più infelici quelli di Brighton, nonostante abbiano ognuno circa 42 amici. La causa, probabilmente, una forte pressione sociale che rende le relazioni meno spontanee e un elevato costo della vita che intacca anche i rapporti interpersonali.
Resta una questione da stabilire: facciamo amicizia perché siamo felici o siamo felici perché facciamo amicizia?

di
Pubblicato il 28/10/2008

potrebbe interessarti anche: