X

Ti potrebbe interessare anche

La longevità è scritta nel cromosoma Y?

  • Ico_email
  • print
  • Ico_ingrandisci_carattere
  • Ico_diminuisci_carattere
Bocca_gola

Astuto morbillo,
usa la trachea come
trampolino

Ricercatori della Mayo Clinic, negli Stati Uniti, hanno scoperto perché il morbillo è una delle malattie virali che si diffonde più velocemente. L’astuzia del “virus” sembra essere nella capacità di usare una proteina - la Nectina-4 - per innescare l’infezione, usando come punto di partenza per il contagio un luogo strategico: la trachea. I risultati dello studio, pubblicati su Nature, ripercorrono la strada del virus, che dalla gola del suo “ospite” si diffonde nell’aria attraverso particelle di saliva espulse con la tosse.

Nonostante il vaccino, il morbillo è uno dei virus con il più alto tasso di diffusione - circa 10 milioni di bambini contagiati ogni anno - e in certe condizioni si presenta in forme letali, come ricordano le stime di circa 120.000 morti all’anno.

“Il virus del morbillo ha sviluppato una strategia di un’eleganza diabolica”, afferma Roberto Cattaneo, biologo molecolare della Mayo Clinic. “All’inizia dirotta le cellule immunitarie che pattugliano i polmoni per penetrare nell’ospite - spiega Cattaneo -. E dopo passa all’interno di altre cellule del sistema immunitario”. Da qui, il virus si fa trasportare verso le cellule che esprimono la proteina-chiave per il contagio, che in maniera strategica si trovano proprio nella trachea. Nectin-4 è già noto agli scienziati come “spia” diagnostica dei tumori all’ovaio, al seno e al polmone. I ricercatori vorrebbero adesso approfondire questo rapporto, per comprendere se il virus può essere usato come “testa di ponte” per attaccare le cellule tumorali.

di Cosimo Colasanto (22/11/2011)

Lascia un commento

Fai una domanda

I commenti sono editati da parte della redazione.