X

Ti potrebbe interessare anche

Mettere «in allarme» il cervello: ecco l'effetto della caffeina

  • Ico_email
  • print
  • Ico_ingrandisci_carattere
  • Ico_diminuisci_carattere
Ragazze_caff__riunione_lavoro

Donne e caffè:
4 tazzine al giorno
proteggono l'utero dal tumore

Le donne che bevono 4 o più tazzine di caffè al giorno hanno il 25% di rischio in meno di sviluppare il tumore all'utero rispetto alle rappresentanti del gentil sesso che non arrivano a consumarne una. È quanto emerge da una ricerca pubblicata su Cancer Epidemiology, Biomarkers & Prevention da un gruppo di ricercatori della Harvard School of Public Health (Stati Uniti), che ha visto coinvolte più di 70 mila donne seguite per 26 anni. I risultati, sottolineano i ricercatori, sono stati ottenuti anche con il decaffeinato, mentre il tè non ha dato gli stessi effetti.

 

Nel corso dello studio sono stati registrati un totale di 672 casi di cancro all'endometrio, la parete interna che riveste l'utero, il cui rischio aumenta con l'età, con il sovrappeso e con la familiarità alla malattia. Ma come mai il caffè abbia questo effetto anti-neoplastico ancora non è del tutto chiaro: «Il caffè ha già dimostrato di essere protettivo contro il diabete grazie al suo effetto sull'insulina - spiega Edward Giovannucci, supervisore dello studio -. Abbiamo così ipotizzato che avremmo potuto vedere una riduzione in alcuni tipi di cancro, come è accaduto». Secondo lo studioso il caffè - che in base alle analisi di laboratorio condotte risulta essere più antiossidante della maggior parte di frutta e verdura - potrebbe quindi aiutare a prevenire i tumori associati a condizioni come obesità, insulina ed estrogeni.

 

I ricercatori concludono quindi che il consumo di caffè potrebbe avere un effetto preventivo contro questo tipo di tumore. Ma avvertono anche che le abitudini di zuccherarlo, di macchiarlo con la panna o di accompagnarlo con una sigaretta potrebbero inibirne gli effetti benefici.

di m.c. (12/01/2012)

Lascia un commento

Fai una domanda

I commenti sono editati da parte della redazione.