X

Ti potrebbe interessare anche

Vicini buoni o cattivi? Il cuore ne risente

Salute: Aurora è prima bimba nata in Italia da autotrapianto ovarico

Dovette sottoporsi a un trapianto di midollo osseo da un familiare donatore per sconfiggere all’età di 21 anni una forma di talassemia, ma prima che le cure ad alte dosi compromettessero la sua fertilità le fu prelevato del tessuto ovarico per eseguire le biopsie. Lo stesso tessuto congelato e crioconservato in azoto liquido per circa 8 anni è stato trapiantato sulle neomamma, Rosanna, e le ha permesso di portare a termine la gravidanza e dare alla luce Aurora, la prima bambina nata in Italia dopo autotrapianto di tessuto ovarico. Il parto è stato reso possibile dal lavoro dell'équipe universitaria che fa capo alla Clinica universitaria di Ginecologia ed Ostetricia 1 dell'ospedale Sant'Anna di Torino, diretta da Chiara Benedetto.

 

L'aspetto della crioconservazione e del ripristino della fertilità è stato seguito dal professor Alberto Revelli, con le dottoresse Elisabetta Dolfin, Luisa Delle Piane, Francesca Salvagno ed Emanuela Molinari, mentre gli interventi laparoscopici sono stati eseguiti dal professor Gianluigi Marchino. Nel 2010, la paziente ha chiesto di poter scongelare il tessuto ovarico e ritrapiantarlo per poter ricercare una gravidanza.

(15/03/2012)

Le parole più cercate