Logo salute24

Il sesso del bebè? Lo scelgo io

Altro che il buon senso di chi dice "non importa che sia maschio o femmina, basta che sia sano", o di chi, anni fa, sospirava un "speriamo che sia femmina", ma in fondo lasciava fare tutto alla natura. In Gran Bretagna si sta diffondendo una nuova "moda": scegliere il sesso dei propri figli.
Sono sempre più le coppie, dicono le statistiche, che fanno ricorso alle tecniche di selezione degli embrioni quando hanno già più figli dello stesso sesso e non vogliono che sia il caso a decidere per loro se il successivo sia maschietto o femminuccia.
La pratica è, ovviamente, illegale in Europa, ma anche nei paesi in cui le maglie sono più larghe, tra i quali Usa e Russia, sono tante le voci che condannano questo uso dei centri per la fertilità come "shopping center" della procreazione.
Il fenomeno è in aumento e alimenta un business a metà tra il turismo e l`eugenetica. Molte coppie decidono di andare all`estero per effettuare la fatidica "scelta", rischiando però di finire nelle mani sbagliate. Su internet si moltiplicano gli annunci di cliniche che offrono il pacchetto "fecondazione + vacanza": oltre alla selezione del sesso del nascituro sono comprese due settimane al sole, utili anche per nascondere ad amici e conoscenti i reali motivi del viaggio. I costi? Non certo modici: si parte dalle 7 mila sterline per arrivare aanche a 17 mila, circa 22 mila euro.
La garanzia di mettere in cantiere un bebè con il sesso desiderato è fornita dalle tecniche per la fecondazione utilizzate anche per l`infertilità o le malattie ereditarie. In quest`ultimo caso, la preferenza tra maschio e femmina non è solo un capriccio, ma serve ad escludere la trasmissione di difetti genetici ai quali possono essere predisposti solo i maschi o solo le femmine. Diverse, invece, sono le storie, documentate da un`inchiesta della Bbc, nelle quali si decide tutto in anticipo, anche quando non ci sono problemi di fecondità o di Dna. Si parte dallo screening degli embrioni, la pre-implantation genetic diagnosis, per stabilirne l`"identità genetica", fino all`impianto. Ma quando ci sono gravidanze plurime? L`impianto di tre embrioni non esclude questa possibilità e l`inchiesta rivela che in quel caso il "contratto" con la clinica prevede anche l`aborto selettivo. Maschietto sì,  "purché sia uno".

di nadia comerci
Pubblicato il 30/10/2008

potrebbe interessarti anche: