X

Ti potrebbe interessare anche

La nanoelettronica è pronta a interagire con i neuroni

  • Ico_email
  • print
  • Ico_ingrandisci_carattere
  • Ico_diminuisci_carattere
Cerotto_benessere

Elettrocardiogrammi
a domicilio
con cerotto hi-tech

E' sottile come un capello, aderisce perfettamente alla pelle e resiste ad acqua, sudore e sapone: è il nuovo cerotto che promette di eliminare liste d'attesa e code negli ambulatori medici permettendo di monitorare l'attività di cuore, muscoli e cervello direttamente a casa. A presentarlo alla conferenza annuale dell'American Chemical Society di San Diego (Stati Uniti) è stato John Rogers, suo ideatore e docente dell'Università dell'Illinois di Urbana (Usa).

 

Il prototipo descritto da Rogers, frutto di una messa a punto durata circa 12 anni, sembra il microchip di una scheda per cellulari, ma, in realtà, è formato da sottili membrane di silicone che contengono sensori per la misurazione del battito cardiaco, della disidratazione, di variazioni della temperatura anche minime, delle contrazioni e del rigonfiamento dei muscoli. Il tutto senza che siano necessari gli elettrodi normalmente utilizzati per elettrocardiogrammi o elettroencefalogrammi.

 

Rispetto ai primi modelli costruiti da Rogers, il prototipo presentato a San Diego dura di più, restando attaccato alla pelle per 10 giorni, ossia per tutto il tempo necessario per effettuare le analisi necessarie. Una volta raccolti i dati, il cerotto li può inviare a un computer o ad un cellulare e quando non serve più si stacca dal corpo con il naturale ricambio degli strati più superficiali della pelle.

 

Il prossimo anno sarà messa in commercio una prima versione del cerotto, pensata appositamente per gli sportivi. In seguito, ha spiegato Rogers, l'apparecchio entrerà negli ospedali, ma lo scopo è riuscire ad evitare che i pazienti debbano recarsi in una struttura sanitaria. Ad obiettivo raggiunto il cerotto potrà essere acquistato a meno di 7,50 euro e permetterà di effettuare gli elettrocardiogrammi direttamente a casa.

di Silvia Soligon (27/03/2012)

Lascia un commento

Fai una domanda

I commenti sono editati da parte della redazione.

Commenti dei lettori

    • federica sacchetti27/03/2012
    • ottima risorsa specie per gli anziani. Ma se è un cerotto equivalente agli attuali elettrodi perchè lo chiamate apparecchio? Come trasmetterà i dati raccolti? Chi li leggerà e farà la diagnosi? Costo finale?
    • Giuseppe Papotti27/03/2012
    • Complimenti per lo sfruttamento delle tecnologie elettroniche messe a disposizione della comunità