X

Ti potrebbe interessare anche

Obesità, anche un matrimonio difficile può aumentare i rischi

  • Ico_email
  • print
  • Ico_ingrandisci_carattere
  • Ico_diminuisci_carattere
Fast_food_e_depressione

Non solo infarti e ictus,
il fast food aumenta anche
il rischio di depressione

Non è solo una questione di ciccia e arterie intasate: abbuffarsi di cibi da fast food aumenta anche la probabilità di cadere in depressione. Ad avvertire gli amanti di hamburger, hot dog e patatine fritte è un gruppo di ricercatori spagnoli delle Università di Las Palmas e di Granada. Secondo quanto riportato sulle pagine di Public Health Nutrition, l'effetto è del tipo dose-risposta e tanto più si indulge nel consumo di questi cibi, tanto maggiore è il rischio di diventare depressi, che può addirittura aumentare del 51%.

 

A finire sotto accusa non sono, però, solo i fast food. Analizzando i dati relativi a circa 9 mila persone coinvolte in un progetto mirato a chiarire la relazione tra il tipo di alimentazione e la salute mentale, gli autori della ricerca hanno scoperto che anche prodotti da forno come le merendine preconfezionate aumentano il rischio di depressione. La colpa sarebbe in gran parte imputabile ai cosiddetti grassi “trans” di cui abbonda questo tipo di pietanze. “E' bene limitare il consumo di questi alimenti – ha commentato Almudena Sanchez-Villegas, autorice principale dello studio – perché possono incidere non solo sulla salute fisica, aumentando il rischio di malattie cardiovascolari, ma anche su quella mentale”.

 

Secondo quanto emerge dallo studio, i soggetti più a rischio sono i single, spesso fumatori, che lavorano più di 45 ore alla settimana, dedicano poco tempo all'attività fisica e tendono a prediligere un'alimentazione povera di cibi salutari come pesce, frutta e verdura. Ultimo connotato, la voracità: secondo Sanchez-Villegas e colleghi, infatti, tanto più il food è fast, tanto più elevato è il rischio di depressione.

di Silvia Soligon (02/04/2012)

Lascia un commento

Fai una domanda

I commenti sono editati da parte della redazione.

Commenti dei lettori

    • Rosa03/04/2012
    • Articolo, molto.....interessante sui fast-food