X

Ti potrebbe interessare anche

Un matrimonio infelice colpisce il cuore delle donne

  • Ico_email
  • print
  • Ico_ingrandisci_carattere
  • Ico_diminuisci_carattere
Cuore

La "pillola blu"
è amica del cuore

Non solo non è pericoloso per il cuore come si credeva, ma anzi potrebbe addirittura risultare avere effetti benefici su alcuni disturbi cardiovascolari: a riconsiderare l'azione sul cuore del sildenafil - il principio attivo alla base del funzionamento delle note "pillole blu" per curare disturbi di natura sessuale, comunemente conosciuto come Viagra - è un gruppo di ricercatori dell'Università La Sapienza di Roma coordinati da Andrea Lenzi. Nel loro studio, pubblicato su Circulation, i ricercatori spiegano infatti che le note pastiglie stimolanti non solo non sarebbero pericolose per il cuore, ma avrebbero al contrario effetti benefici su determinate patologie cardiovascolari indotte dal diabete di tipo 2, e che i problemi che in passato si sono verificati in concomitanza con l'uso di queste sostanze sarebbero da imputarsi all'associazione con altri medicinali.



Il team di studiosi ha dimostrato che questo farmaco agisce su una molecola-bersaglio, la fosfodiesterasi di tipo 5, che a sua volta è in grado di intervenire sulle trasformazioni cardiache indotte dal diabete di tipo 2 (il diabete, come l'ipertensione e altre malattie del sistema circolatorio, può provocare delle alterazioni cardiache come l'ingrossamento del cuore e l'alterazione delle fibre del ventricolo sinistro). Grazie all'uso del sildenafil, l'inibizione della molecola bersaglio nei pazienti diabetici è in grado di riportare queste alterazioni cardiache a un livello vicino alla normalità. "Questi dati - spiega Lenzi - potrebbero aprire le porte a una nuova classe di farmaci anti-rimodellamento in grado di contrastare lo scompenso cardiaco che rappresenta una causa di morte nel paziente diabetico".

di m.c. (16/04/2012)

Lascia un commento

Fai una domanda

I commenti sono editati da parte della redazione.

Commenti dei lettori

    • Emilio18/04/2012
    • Lo si e' sempre saputo che la pillola blu era nata per curare la cattiva circolazione. Finalmente anche in Italia, gli Istituti di ricerca hanno digerito l'insegnamento degli USA. L'acqua calda e' la nuova scoperta e adesso ve lo pubblicizzo io.
    • asterix18/04/2012
    • si peccato che le pillole blu costino cosi tanto
    • la_rossa17/04/2012
    • non penso sia una scoperta che la pillola blu non faccia male al cuore anzi è stata proprio fatta per il cuore perche è un vasodilatatore quindi aiuta alla circolazione del sangue nelle vene il fatto che aiuti l'erezione maschile è un effetto collaterale in quanto piu facilmente scorre il sangue piu facile è si abbia un'erezione ....
    • Daniel17/04/2012
    • ma va... a Cuba è stato scoperto 15 anni fa che la pillola per il cuore e colesterolo chiamata popolarmente "PPG" faceva lo stesso effetto del viagra
    • Ascanio Sobrero17/04/2012
    • Stiamo scherzando? Il sildenafil è stato disegnato proprio come inibitore della PDE5, come tutti i suoi congeneri (alla Sapienza se ne sono accorti solo ora?), e l'indicazione originaria era proprio l'ipertensione arteriosa polmonare (una patologia cardiovascolare). Durante lo sviluppo si sono accorti dell'effetto collaterale dell'induzione dell'erezione, che è poi conseguente alla vasodilatazione provocata dall'inibizione della PDE5. Dato che il mercato della disfunzione erettile era assai più attraente, questa è diventata l'indicazione primaria. Ora lo stanno sviluppando per l'indicazione originaria, senza bisogno di alcun suggerimento dalla Sapienza. Ma che articolo è?