X

Ti potrebbe interessare anche

Anche lo stress può essere contagioso

  • Ico_email
  • print
  • Ico_ingrandisci_carattere
  • Ico_diminuisci_carattere
Colori

Pericolo, rabbia, vergogna:
il colore rosso è
«antipatico» per natura

C’è un motivo per cui, nei semafori di tutto il mondo, lo “stop” viene indicato con il rosso: le persone tendono, per predisposizione naturale, ad evitarlo. È quanto emerge da uno studio pubblicato su Psychological Science dai ricercatori del Dartmouth College di Hanover (Usa), guidati da Jerald D. Kralik, che afferma: “La tendenza a evitare il colore rosso potrebbe derivare da una predisposizione psicologica ereditaria". 

 

Nel corso dell’esperimento, condotto su un gruppo di macachi rhesus della specie Cayo Santiago del Porto Rico, un ricercatore di sesso maschile o femminile entrava, alternativamente, all’interno della colonia dei primati e, dopo aver individuato un esemplare isolato, gli ponevano davanti un vassoio con una mela, per poi indietreggiare di due passi.

 

Hanno così osservato che la reazione degli animali non mutava se lo studioso era uomo o donna, ma cambiava in base al colore della maglietta indossata: quando era blu o verde, i macachi si avvicinavano per prendere e conumare il frutto, mentre quando ne portava una rossa le scimmie si tenevano alla larga. Secondo gli studiosi questo dimostra che l’avversione al colore rosso riflette un adattamento evolutivo, presente in tutti i primati, compreso l’uomo.

di Nadia Comerci (20/04/2012)

Lascia un commento

Fai una domanda

I commenti sono editati da parte della redazione.