X

Ti potrebbe interessare anche

La rinite allergica nel bambino? Ecco come comportarsi

  • Ico_email
  • print
  • Ico_ingrandisci_carattere
  • Ico_diminuisci_carattere
Istock_000006421593xsmall

Bimbi: tante parole,
a otto mesi già imparano

I bambini sono molto più precoci di quanto gli adulti non pensino: quando pronunciano la loro prima parola, in realtà ne conoscono già centinaia.
Secondo recenti studi, infatti, pur iniziando a parlare intorno ai 12 mesi, imparerebbero non solo i singoli suoni, ma anche le forme sonore di intere parole già molto prima.
Addirittura i neonati svilupperebbero rapidamente una capacità straordinaria di discriminare i suoni delle parole. Una proprietà innata che però si perde col tempo: se a sei mesi i bambini riescono a distinguere persino suoni che non si trovano nella loro lingua madre, a 12 questa capacità svanisce anche perché i bambini iniziano a concentrare la loro attenzione sull`apprendimento della loro lingua-madre, escludendo i suoni estranei a essa.
Queste recenti novità, raccolte in una relazione pubblicata sul Current directions in psychological science, aprono una nuova prospettiva sullo studio dell`apprendimento linguistico.
A OTTO MESI - I bambini sarebbero a conoscenza sin dagli 8 mesi di età non solo dei pezzi che la compongono, ma di tutta la parola
, pur senza conoscerne il significato. “Queste forme uditive - dice Daniel Swingley, psicologo della University of Pennsyilvania e autore della ricerca - consentono la formazione di un primo vocabolario base, l`apprendimento del sistema fonologico e la scoperta della grammatica di una lingua”.
Alcuni studi hanno dimostrato che i bambini capaci di riconoscere il suono di una parola, saranno anche in grado di avere, intorno ai 18 mesi di vita, maggiore familiarità e capacità di apprendimento del significato di quella parola. 
Conoscere la forma sonora delle parole può contribuire dunque a far fare ai bambini deduzioni sul funzionamento della loro lingua. Ad esempio, se ancora a sette mesi e mezzo non riescono a riconoscere le parole pronunciate con intonazioni differenti, già tre mesi più tardi i piccoli acquisiscono questa capacità. 
Ma come hanno fatto gli studiosi a capire che i bambini riconoscono le parole, anche se ancora non riescono a pronunciarle? Il metodo si è basato sul principio che anche i piccoli sono portati a guardare gli oggetti che vengono nominati. Alla pronuncia di un oggetto, i ricercatori hanno registrato i movimenti oculari dei neonati. In questo modo si è accertato che sin da piccolissimi si è in grado di distinguere una parola. Anche se solo intorno ai dodici mesi i bimbi maturano la differenza tra parole diverse, ma non solo: anche la pronuncia errata da quella esatta.     

di paolo fiore (01/11/2008)

Lascia un commento

Fai una domanda

I commenti sono editati da parte della redazione.