Logo salute24

Vizi e stravizi: under 19 a rischio tumore

Un diciottenne su 7 si ubriaca nei weekend. Un milione e centomila giovani tra i 15 e i 24 anni fumano regolarmente, il 23% di loro consuma fino a 24 sigarette al giorno. E ancora: 6 su 10 passano, tra scuola e casa, 11 ore sulla sedia e sulla poltrona e uno su 5 è completamente sedentario. Sono i dati presentati durante l'apertura del Congresso nazionale dell'Aiom, l’Associazione Italiana di Oncologia Medica a Rom.  

 

Alcol e fumo sono alleati anche dell'aumento di peso. Il 36% degli unger 19 è sovrappeso, il 15% obeso. Eppure, 7 ragazzi su 10 non sanno che il 40% dei tumori si previene fin da giovani, adottando semplicemente stili di vita più sani.  “È un quadro certamente desolante e drammatico, che ci impone scelte precise. Come quella di andare in modo massiccio nelle scuole a spiegare che il cancro lo si combatte in classe, noi con i grandi calciatori delle squadre di serie A – commenta Stefano Cascinu, presidente dell'Aiom –. È appena partita la terza edizione di “Non fare autogol” in cui il calciatore, insieme all’oncologo, diventa professore per un giorno, insegnando agli adolescenti come seguire stili di vita corretti. A combattere quindi i ‘7 vizi capitali’: fumo, alcol, sedentarietà, alimentazione sbilanciata, eccessiva esposizione al sole e alle lampade solari, sesso non protetto e doping. Un’iniziativa unica nel suo genere, che quest’anno coinvolgerà tutte le 20 squadre della massima divisione”.  

 

Dopo solo due incontri a Milano con Antonio Nocerino e a Bologna con Alessandro Diamanti mille istituti hanno fatto richiesta per partecipare. Nelle prime due edizioni si sono tenuti incontri in 12 scuole, con l’adesione convinta di campioni come Alexandre Pato, Fabrizio Miccoli e Giorgio Chiellini. “A scuola, purtroppo, si parla davvero troppo poco di questi argomenti – continua Cascini - sappiamo che soltanto il 12% degli studenti è informato. Ma al 90% di loro piacerebbe saperne di più”. 

di c.c.
Pubblicato il 29/10/2012

potrebbe interessarti anche: