Logo salute24

Troppo tempo al pc, sindrome del ginocchio da scrivania

Sgranchirsi le gambe, prima che sia troppo tardi. Un appello per tutti quelli che, dagli studenti agli impiegati, passano troppo tempo seduti alla scrivania e al pc e corrono il rischio di ritrovarsi con la “sindrome del ginocchio da scrivania”. Sintomi: infiammazione, articolazione che fa male, che si muove con difficoltà, infine bloccata. Un problema comune a un impiegato su quattro, “anche se in Italia mancano ancora dati sull'incidenza del disturbo”, spiega Sandro Rossetti, primario della Divisione di ortopedia e Traumatologia dell'Ospedale San Camillo di Roma.  

 

Scrivania e monitor: le regole per una postura corretta

 

Ingranaggio bloccato – Tutto parte dalla plica sinoviale, una delle tre pieghe della membrana sinoviale che penetra nella cavità ossea e che infiammandosi può causare  dolore. Lo stesso che impedisce movimenti “apparentemente” banali, come salire le scale. Colpa di una posizione statica troppo prolungata, tenuta per ore, che “diminuisce la produzione di liquido sinoviale – aggiunge Rosetti -, il lubrificante dell'articolazione del ginocchio, ed è anche quello che distribuisce nutrimento alle cellule cartilaginee che ricoprono la superficie articolare”.   Come se non bastasse la sedentarietà comporta anche un altro problema: i chili di troppo, che si aggiungono ai fattori che incidono sulla funzionalità delle articolazioni inferiori. Per capire se si è arrivati al punto di non ritorno si può fare una semplici “auto-analisi”, ricorda Rossetti: “La persona, dopo un po' di tempo che si trova seduta, ha necessità di allungare il ginocchio e muoverlo in senso della flessione ed estensione”. La chirurgia, il trattamento artroscopico che comporta la rimozione della piega sinoviale ispessita e rigida, non è l'ultima spiaggia. Il consiglio è quello di fare un po' di moto e cercare di prevenire il disturbo con una corretta ginnastica che coinvolga anche gli arti inferiori.

 

Guarda anche: Laptop sulle gambe? Attenti alla sindrome da "pelle tostata"

di redazione
Pubblicato il 04/12/2012

potrebbe interessarti anche: