Logo salute24

In forma anche dopo Natale

Strappi alla regola sempre dietro l'angolo: tra tavole imbandite di fritture e dolci ipercalorici consumati a fine pasto o come spuntini di metà giornata, durante le feste di Natale è difficile non ingrassare. Ecco, allora, qualche consiglio di Andrea Ghiselli, dirigente di ricerca dell'Inran, l'Istituto nazionale di ricerca per gli alimenti e la nutrizione.


Periodo di strappi alla regola -
«Il periodo natalizio è un momento tipicamente di svago e di allegria, nel quale è facile fare qualche ‘strappo alla regola’ per quanto riguarda l’alimentazione e concedersi piccoli piaceri gustativi. Ci si chiede quindi se sia possibile assecondarli senza rimpianti: la regola è che bisognerebbe stare attenti alla propria alimentazione da Capodanno a Natale e non da Natale a Capodanno. In questo modo piccoli sgarri all’alimentazione quotidiana possono essere fatti con soddisfazione della gola e della salute».
Non condire troppo - Un primo consiglio è quello di preparare manicaretti a base di vegetali purché non troppo unti e pasticciati, «perché saziano senza appesantire troppo. Senza certamente rinunciare ai classici delle feste come il cotechino e il panettone».

 

Dolci - Per quanto riguarda i dolci, è un piacere che possiamo permetterci «se rinunciamo a qualche caloria altrove, o se traduciamo in attività fisica le calorie che mangiamo. Sono piccoli accorgimenti, molto semplici, che spesso dimentichiamo. Ad esempio, bisogna aumentare l’attività fisica concedendoci lunghe passeggiate in modo da smaltire, almeno, in parte gli stravizi».

 

Bevande - Un capitolo a parte meritano le bevande: «Durante le feste le bevande rappresentano una parte importante del sovraccarico calorico. I motivi sono due: in primis ciò che si beve sfugge alla percezione di alimento energetico, mentre ciò che si mastica dà un senso di sazietà maggiore. Secondariamente molte bevande alcoliche contengono parecchie calorie per bicchiere: un bicchiere di vino o di spumante può arrivare a 100 kcal. Inutile dire che l’acqua sarebbe la bevanda migliore...ma mi rendo anche conto di dare un consiglio che non seguirà nessuno».

di red.
Pubblicato il 12/12/2012