Logo salute24

Dipendenze da internet, la pornografia fa male alla memoria

La pornografia su internet potrebbe danneggiare la memoria. A ipotizzarlo è un gruppo di ricercatori tedeschi che ha pubblicato sul Journal of sex research il primo studio pensato appositamente per cercare di spiegare perché alcuni individui sperimentino problemi di memoria quando visualizzano online del materiale pornografico. Secondo gli scienziati questi risultati potrebbero risultare fondamentali per provare l'esistenza di un legame tra la dipendenza dalla pornografia online e la tendenza a non dormire, dimenticare appuntamenti importanti o trascurare le relazioni interpersonali.

 

Gli autori hanno coinvolto nella ricerca 28 uomini di età media pari a 26 anni, a ciascuno dei quali è stato chiesto di guardare una serie di immagini, alcune pornografiche e altre che non facevano nessun riferimento al sesso. Ai partecipanti è stato anche chiesto se l'immagine che stavano visualizzando gli era stata già mostrata in precedenza. E' stato, così, rilevato che gli uomini hanno molte più difficoltà a ricordare di aver visto le immagini pornografiche – riconosciuta nel 67% dei casi – rispetto alle altre – riconosciute, invece, l'80% delle volte.

 

Secondo i ricercatori “l'eccitazione sessuale e il suo impatto sui processi cognitivi potrebbero spiegare parte di questo effetto negativo”. Perché, però, accusare la pornografia online e non quella di altri tipi? “I risultati sono discussi facendo riferimento alla dipendenza sessuale da internet perché già per la dipendenza da sostanze è ben nota l'interferenza esercitata dagli stimoli associati alla dipendenza sulla memoria di lavoro”.

di Silvia Soligon
Pubblicato il 18/12/2012

potrebbe interessarti anche: