Logo salute24

Le donne che fumano rischiano grosso: muoiono 10 anni prima

Le donne che fumano rischiano grosso. La mortalità delle fumatrici è infatti 26 volte più alta delle donne che non fumano. E inoltre vivono 10 anni in meno delle coetanee che non hanno mai fumato. Lo rivelano due studi pubblicati dsul New England Journal of Medicine che mettono in guardia il sesso debole dal “debole” per le sigarette. Eppure, sostiene Prabhat Jha, uno degli autori, “non è mai troppo tardi per smettere”.

 

Se infatti, afferma lo studioso, smettere di fumare dopo i 40 anni è molto molto difficile, il 90% delle oltre 220.000 persone esaminate nello studio dell’Università di Toronto non ce l’ha fa, spegnere l’ultima cicca prima dei 30 anni azzera lo svantaggio con le signore della stessa età che il vizio non ce l’hanno mai avuto, e smettere prima dei 40 può far restituire fino a 9 dei 10 anni perduti da quando si è iniziato a fumare. 

 

Un buon deterrente per non iniziare mai è pensare che le donne che fumano hanno 26 volte più probabilità di morire di cancro al polmone rispetto alle coetanee. La stima dei ricercatori è al rialzo rispettoal passato. Per la prima volta, infatti, è possibile studiare le statistiche relative alle donne che hanno cominciato a fumare intorno al 1960. E i dati sono allarmanti. I tassi di rischio di mortalità prematura sono raddoppiati rispetto alle stime fatte nel 1980. 

di co.col.
Pubblicato il 24/01/2013