X

Ti potrebbe interessare anche

Aifa, allarme smart drugs

  • Ico_email
  • print
  • Ico_ingrandisci_carattere
  • Ico_diminuisci_carattere
Can1

Droga: canne e cocaina
le più diffuse in Europa

Resta la cannabis la droga più diffusa nella Comunità Europea e, in controtendenza rispetto al resto del mondo, a seguirla a ruota non sono le amfetamine e le droghe sintetiche: il secondo posto spetta, infatti, alla cocaina. È  questo uno dei dati estrapolati dal rapporto annuale dell`Osservatorio europeo sulle droghe che fa il punto della situazione per quanto riguarda consumi, diffusione, costi sociali delle droghe in Europa.
CANNABIS - Oltre 70 milioni di europei, più di una persona su cinque tra i 15 e i 64 anni, hanno fumato marijuana e circa 23 milioni lo hanno fatto nell`ultimo anno. Il consumo si concentra nella fascia d`età tra i 15 e i 34 anni, e in particolare gli uomini tra i 15 e i 24. Tra i più assidui frequentatori dello spinello, anche gli studenti: dopo il tabacco e l`alcol, la cannabis è la sostanza psicoattiva più utilizzata. In Italia, nonostante i fumatori abituali siano in aumento, diminuisce la percentuale di coloro che hanno fatto uso di cannabis nell`ultimo anno: siamo sempre al di sopra della media europea (13%), ma siamo passati dal 20,5% del biennio 2002-2003 al 16,5%. 
COCAINA - Per quanto riguarda invece la polvere bianca, a partire dalla metà degli anni Novanta i dati sulla sua diffusione sono in costante aumento. L`hanno provata almeno una volta 12 milioni di europei e sembra che il consumo si concentri solo in alcuni Paesi: Spagna e Regno Unito e, in misura minore,  Italia, Danimarca e Irlanda . A farne uso sono soprattutto i “giovani adulti”, le persone comprese tra i 15 e i 34 anni, in particolare di sesso maschile. Si tratta di una droga consumata in maniera discontinua e legata a particolari stili di vita.
EROINA – Le stime sul numero di consumatori di eroina e di oppiacei in generale sono piuttosto ardue, considerata la diffusione relativamente bassa e la riservatezza che contraddistingue chi fa uso di questo tipo di droghe. Si tratta però dei soggetti più a rischio di malattie infettive o di decessi causati dagli stupefacenti.
INTERNET – Fenomeno emergente e molto preoccupante, afferma il rapporto, la diffusione dei negozi online. Se da una parte, infatti, chat e forum costituiscono senz`altro un importante punto di osservazione delle tendenze in atto anche per quanto riguarda il consumo di droghe, alcune di queste, denominate “herbal highs” o “legal highs” vengono addirittura venduta da siti internet, sfuggendo al controllo delle autorità.

di (06/11/2008)

Lascia un commento

Fai una domanda

I commenti sono editati da parte della redazione.