Logo salute24

La Dieta Mediterranea protegge dall'Alzheimer, confermati i benefici per il cervello

Olio d'oliva, frutta, verdura e pesce salvaguardano le capacità cognitive

La Dieta Mediterranea fa davvero bene al cervello. A confermarlo è la prima analisi sistematica condotta fino ad oggi prendendo in considerazione gli studi disponibili nella letteratura scientifica, pubblicata su Epidemiology. I suoi autori sono i ricercatori della Medical School dell'Università di Exter (Regno Unito), che revisionando i dati di 12 pubblicazioni – 11 studi osservazionali basati sul confronto fra l'incidenza di problemi di salute e le abitudini alimentari dei partecipanti e uno studio controllato randomizzato – hanno confermato che seguire strettamente i principi di questo regime alimentare aiuta a conservare migliori funzioni cognitive, a rallentare il loro declino e a ridurre il rischio di Alzheimer. Non è, invece, ancora chiaro se la Dieta Mediterranea sia efficace anche per prevenire il declino cognitivo lieve e la demenza vascolare.

 

“Il cibo mediterraneo è sia delizioso che nutriente e la nostra analisi sistematica mostra che può aiutare a proteggere il cervello che sta invecchiando riducendo il rischio di demenza - ha commentato Ilianna Lourida, primo autore dello studio - La nostra analisi evidenzia anche inconsistenze nella letteratura e il bisogno di ulteriori ricerche. In particolare sono necessari studi per chiarire l'associazione con il declino cognitivo lieve e la demenza vascolare. E' anche importante notare – conclude la ricercatrice – che mentre gli studi osservazionali forniscono prove ipotetiche ora abbiamo bisogno di studi controllati randomizzati per confermare se l'aderenza alla Dieta Mediterranea protegge oppure no dalla demenza”.

di Silvia Soligon
Pubblicato il 05/09/2013