Logo salute24

La risata è brucia-grassi Domani la Giornata mondiale del sorriso

Ridere fa bene alla mente e al corpo. Ecco perché

Fa bene al cuore, migliora l'aspetto della pelle e fa bruciare qualche caloria in più: il sorriso è un vero toccasana per la salute e a ricordarcelo è il World smile day che anche nel 2013 si celebra, come ogni anno, il primo venerdì di ottobre. Nata da un'idea di Harvey Ball, l'artista statunitense che ha ideato la faccina gialla più famosa del mondo – lo “smile” - nell'ormai lontano 1963, la Giornata mondiale del sorriso sarà animata dal motto Fai un gesto di gentilezza. Aiuta una persona a sorridere, un gesto che secondo i risultati di diverse ricerche può aiutare a migliorare non solo il benessere psicologico di chi sorride, ma anche la sua salute.

 

Un esercizio muscolare. Per sorridere sono necessari più di 10 muscoli del volto. Il numero esatto dipende da diversi fattori, primo fra tutti quello culturale. Ogni popolo ha il suo modo di sorridere e, quindi, i muscoli che vengono allenati da un sorriso sono diverse a seconda dell'area del mondo presa in considerazione. Esiste, poi, una variabilità individuale associata a differenze nella struttura ossea del viso che fa sì che anche muscoli che non sono strettamente necessari per sorridere vengano attivati durante la risata. La contrazione di tutti questi muscoli ha effetti positivi sulla pelle del volto, che in chi non risparmia sorrisi appare più tonica e luminosa. Concedendosi anche qualche risata fragorosa si allenano anche i muscoli addominali e pettorali, che si rinforzano e diventano più elastici.

 

La risata brucia-grassi amica del cuore. L'effetto non è trascurabile: secondo uno studio britannico ridere con gusto per un'ora al giorno potrebbe addirittura aiutare a dimagrire di 5 chili all'anno, un beneficio rilevato anche da una ricerca tedesca, che invece parla di 2 chili persi ogni anno ridendo solo 15 minuti al giorno. Le stime parlano di 100 calorie bruciate in un'ora, pari al contenuto calorico di circa 20 grammi di cioccolato fondente, che se ne vanno insieme allo stress e al cattivo umore. I benefici, però, non si limitano alla linea. Ridere aumenta il livello di endorfine – le molecole del buonumore - rinforza le difese immunitarie, migliora il ritmo del respiro, favorisce la dilatazione dei vasi sanguini e riduce livelli di colesterolo e pressione, tanto che alcuni ospedali hanno già sperimentato la geloterapia, la terapia del sorriso, che sembra essere particolarmente utile per la riabilitazione dopo un ictus.

di Silvia Soligon
Pubblicato il 04/10/2013

potrebbe interessarti anche: