Logo salute24

Terza età, gli ultra65enni sono il 20% della popolazione

Tra le Regioni più "vecchie" Liguria e Friuli Venezia Giulia

Gli ultra 65enni, in Italia, rappresentano ormai un quinto della popolazione. Il 19,6%, per la precisione, per un totale di oltre 11,6 milioni di abitanti. Il dato - che arriva dall'Istat - risale al 2012 e fa segnare un +2% alla presenza dei più anziani rispetto al 2002, quando la percentuale era pari al 17,6%. La popolazione italiana sta tendendo gradualmente all'invecchiamento: sarà questo uno degli argomenti che verranno discussi il prossimo maggio a Bologna nel corso di Exposanità, che si terrà tra il 14 e il 18 del mese. “Formare nuove professionalità sanitarie e promuovere un aggiornamento del comparto diventa prioritario - commenta Marilena Pavarelli Project Manager Exposanità - In Italia la domanda di servizi dedicati alla terza età è destinata a crescere e, di conseguenza, è probabile aumenterà anche la richiesta di professionisti qualificati e competenti su tutti gli aspetti della materia. Secondo gli ultimi dati emessi dalla Comunità Europea infatti l’invecchiamento della popolazione è stato tra i fattori che hanno portato il settore sanitario europeo ad assumere quasi un milione di persone nel corso del 2012”.

 

La classifica delle dieci Regioni con l’incidenza più alta di over 65 sulla popolazione locale, secondo l'Istat, vede nell’ordine la Liguria con il 25,8% di anziani (404.502), il Friuli Venezia Giulia con il 22,5% (273.649), la Toscana con il 22,4% (823.317) parimerito con l’Umbria (197.447), il Piemonte con il 22,1% (964.737), le Marche con il 21,6% (333.384), l’Emilia Romagna con il 21,5% (932.575), il Molise con il 21% (65.858), l’Abruzzo con il 20,5% (268.429) e la Valle d’Aosta con il 20,1% (25.481).

 

di red.
Pubblicato il 22/11/2013

potrebbe interessarti anche: