Logo salute24

Recessione economica: gli indici vanno a picco e le donne si stressano

Chi ha detto che l`economia è un affare da uomini? In realtà, infatti, le prime a trascorrere notti insonni per il timore della recessione sono le donne. È quanto emerge da un sondaggio promosso dall`American Psychological Association (Apa), che ha evidenziato come la preoccupazione per l`attuale crisi economica stia producendo effetti negativi sulla salute psicofisica di molte signore americane.
L`indagine ha rivelato che l`84% delle donne, rispetto al 75% degli uomini, mostra serie preoccupazioni per l`andamento dell`economia mondiale. Secondo Stephanie Smith, psicologa dell`Apa che ha coordinato la ricerca, il gentil sesso sarebbe "più consapevole del proprio stress, maggiormente incline a parlarne e ad ammettere i propri timori". Inoltre la posizione di responsabilità che le donne ricoprono all`interno delle mura domestiche - tra bilancio della famiglia, cura dei figli e dei parenti anziani - potrebbe influire sulla loro preoccupazione. A queste occupazioni, va poi aggiunto il lavoro fuori casa: "Tutti questi impegni - spiega Smith - producono in loro un maggiore stress proprio perché sono tante le cose di cui preoccuparsi".
Lo stress rappresenta un fattore di rischio per molte malattie, in particolare influisce sui disturbi psichici, sulle cardiopatie, sulle patologie intestinali e aumenta il pericolo di ictus e ipertensione. Inoltre provoca cambiamenti fisici in grado di compromettere il sistema immunitario e rende più difficile per i diabetici monitorare il livello di zuccheri nel sangue. Ma, secondo la ricercatrice, la maggior parte delle persone possiede già gli strumenti per far fronte allo stress: "La prima cosa da fare è non cambiare abitudini. Bisogna poi rispettare i propri impegni sociali, imparare a parlare con i familiari delle proprie proccupazioni e conservare un po` di tempo durante la giornata da dedicare a noi stessi".

di nadia comerci
Pubblicato il 12/11/2008