Logo salute24

Non solo all'organismo: smettere di fumare fa bene anche alla mente

Chiudere con le "bionde" aumenta la positività

Non solo all'organismo. Smettere di fumare fa bene anche alla salute mentale: dopo aver chiuso con le sigarette, infatti, si sperimentano livelli maggiori di ottimismo e positività, e la qualità della vita migliora. Ne sono convinti i ricercatori britannici coordinati da Gemma Taylor e Paul Aveyard dell'UK Centre for Tobacco and Alcohol Studies, Epidemiology and Public Health dell'University of Nottingham che, in un articolo pubblicato sul British Medical Journal spiegano che la convinzione diffusa secondo cui le sigarette riducano lo stress e l'ansia - motivo per il quale molti fumatori non riescono a farne a meno - non è altro che frutto di un fraintendimento: i fumatori attribuirebbero infatti alla sigaretta proprietà che non ha, "scambiando erroneamente i sintomi causati dall'astinenza da nicotina con i benefici psicologici procurati dal fumo".

 

Per ottenere i loro risultati i ricercatori hanno esaminato e incrociato i dati raccolti da 26 studi volti a valutare la salute mentale di soggetti fumatori sei settimane prima e sei settimane dopo aver chiuso con il vizio. Le persone coinvolte nello studio avevano un'età media di 44 anni e fumavano circa 20 sigarette al giorno, e alcune di loro erano in trattamento per patologie psichiatriche o fisiche.

 

Dalla ricerca è emerso che tutti i soggetti - indipendentemente dal fatto che soffrissero o no di disturbi emotivi - una volta smesso di fumare hanno sperimentato la riduzione dei livelli di stress, ansia e depressione e l'incremento, allo stesso tempo, dei livelli di positività e di qualità della vita

 

La spiegazione del perché il fumo sia connesso a una cattiva salute mentale non è ancora chiara. Secondo gli autori dello studio potrebbero essere tre le ipotesi alla base di questo legame: la prima è che le persone con disagi emotivi e psicologici sono spesso portate a fumare nel tentativo di combattere condizioni come ansia, stress e depressione. La seconda è che i problemi psicologici e il fumo potrebbero avere diverse cause in comune. Infine, la terza ipotesi dei ricercatori è che potrebbe essere proprio il vizio del fumo a provocare o accentuare determinati problemi psicologici.

di Miriam Cesta
Pubblicato il 24/02/2014