Logo salute24

Tumori: nuovo test del sangue per diagnosi (future) rapide e non invasive

Lo studio verrà pubblicato sul Faseb Journal

Un gruppo di ricercatori britannici ha messo a punto un nuovo test del sangue in grado di rilevare la presenza di stati tumorali e pretumorali all’interno del corpo umano. Lo studio, che verrà pubblicato su Faseb Journal, è stato condotto da un gruppo di ricercatori della University of Bradford’s School of Life Sciences di Bradford, nello Yorkshire, guidati da Diana Anderson, docente di Scienze biomediche.

 

Gli strumenti che ci sono attualmente a disposizione per rilevare il cancro, come colonscopie e biopsie, sono costosi, invasivi e dolorosi, spiegano i ricercatori inglesi: il nuovo test del sangue, invece, consiste in un normale prelievo e in uno speciale trattamento riservato ai globuli bianchi

 

Il nuovo esame si basa sul calcolo dei danni a carico dei globuli bianchi, le cellule del sangue preposte alla difesa dell’organismo dai processi patologici. I ricercatori hanno sottoposto campioni di globuli bianchi provenienti da diversi soggetti a radiazioni ultraviolette, note per danneggiare il Dna cellulare e, quindi, in grado di indurre risposte “difensive” da parte dei globuli bianchi. Hanno quindi quantificato i danni provocati a questi ultimi, rilevando che i globuli bianchi dei soggetti affetti da tumori risultavano, in seguito alla sottoposizione alle radiazioni ultraviolette, molto più danneggiati dei globuli bianchi appartenenti ai soggetti sani, mentre i globuli bianchi delle persone che soffrivano di condizioni pre-tumorali avevano livelli di danni considerabili “intermedi”. “Questi sono solo i primi risultati – spiega Anderson - e sappiamo che molte altre ricerche dovranno essere svolte, ma i dati ottenuti finora sono notevoli". 

 

di m.c.
Pubblicato il 30/07/2014

potrebbe interessarti anche: