Logo salute24

Cancro, ecco come dimezzare la mortalità

Secondo gli esperti è sufficiente agire sullo stile di vita

La metà dei decessi causati dal cancro potrebbe essere prevenuta agendo sullo stile di vita. A sottolinearlo è l'American Association of Cancer Research (AACR), che nel suo ultimo rapporto ha affrontato la tematica del numero di decessi per tumore attesi nel 2015 negli Stati Uniti, sottolineando che scelte come l'eliminazione del cibo spazzatura, praticare un'attività fisica regolare e non fumare potrebbe dimezzare le statistiche riguardanti lo sviluppo di tumori.

 

Il panorama statunitense dipinto dall'associazione per il 2015 include quasi 200 mila decessi per cancro – pari al 33% del totale – associati all'uso del tabacco, che nonostante i noti rischi associati al fumo può vantare ogni anno nuovi consumatori. Un altro 33% di decessi sarà invece attribuibile a tumori associati all'obesità, al cibo spazzatura e a una scarsa attività fisica. I motivi per cui vale la pena di modificare il proprio stile di vita non sono però legati solo alla prevenzione della comparsa dei tumori. Comportamenti adeguati permettono infatti anche di mitigare l'impatto della malattia una volta che è già comparsa e chi si mantiene fisicamente in forma, non fuma e segue un'alimentazione salutare ha maggiori probabilità di sopravvivere alla diagnosi di un tumore rispetto a chi non rispetta queste sane abitudini. Non solo, l'uso regolare di una protezione solare ed evitare le lampade abbronzanti può aiutare a ridurre l'incidenza del cancro alla pelle.

 

Largo, quindi, a uno stile di vita improntato alla salute: a trarne svantaggi sarà solo il cancro.

 

Foto: © pix4U - Fotolia.com

di red.
Pubblicato il 18/09/2014