Logo salute24

Acqua, come ricordarsi di berne a sufficienza

Bere a sufficienza è fondamentale per il benessere dell'organismo. L'acqua permette, infatti, a cellule e organi di funzionare correttamente, lubrifica le articolazioni, regola la temperatura corporea e agevola il passaggio del cibo attraverso l'intestino. Il suo fabbisogno giornaliero può dipendere da diversi fattori, quali clima, condizione fisica, stile di vita e tipo di sudorazione. Ma, in generale, si ritiene che bere 6/8 bicchieri, equivalenti a circa 1,5/2 litri d'acqua al giorno, dovrebbe bastare a sostituire le perdite quotidiane che si verificano attraverso l'urina, la sudorazione e la respirazione.

 

Molte persone, tuttavia, si ricordano di bere solo quando vengono “assalite” dalla sete. Ecco una serie di consigli per cercare di aumentare il consumo quotidiano di acqua.

Bere al mattino. Tenere un bicchiere d'acqua colmo sul comodino, in modo da ricordarsi di bere appena svegli al mattino.

Portare sempre con sé una bottiglietta d'acqua. Quando si esce o al lavoro, è consigliabile avere una bottiglia a portata di mano e consumarne qualche sorso ogni ora.

Mettere degli “avvisi”. Per ricordasi di bere, potrebbe essere utile attaccare un post-it sulla scrivania o sul frigo, oppure impostare un allarme sul cellulare.

Congelare una bottiglietta d'acqua. Consente di avere una “scorta” d'acqua ghiacciata durante il giorno, che, soprattutto d'estate, può essere più gratificante di altre bevande.

Modificare il gusto dell'acqua. Aggiungerci una fetta di limone può migliorarne il sapore, senza alterarne il valore nutrizionale.

Bere un po' d'acqua insieme al caffè. Può aiutare ad assaporarne meglio l’aroma.

Distribuire l'assunzione di acqua durante l'arco della giornata. Concentrarne il consumo al mattino o prima di andare a dormire può essere meno salutare.

 

Foto: © EcoPim-studio - Fotolia.com

di Nadia Comerci
Pubblicato il 22/08/2017