Logo salute24

Capelli: strapparli favorisce la ricrescita

Scoperta tecnica che consente di far ricrescere i capelli staccati in quantità fino a 6 volte maggiore

Il segreto per far ricrescere i capelli? Strapparseli. Ad affermarlo, in uno studio pubblicato sulla rivista Cell, sono i ricercatori della University of Southern California di Los Angeles (Usa), secondo cui staccare i capelli di una determinato densità, consentirebbe di farne crescere una quantità fino a 6 volte maggiore.

 

La ricerca si è basata sul presupposto che le lesioni ai follicoli piliferi si riflettono sull’ambiente circostante che, a sua volta, può influenzare la rigenerazione dei capelli. Durante l’esperimento, gli scienziati hanno utilizzato una tecnica per staccare, uno a uno, 200 follicoli piliferi dalla schiena di un topo.

 

Hanno così osservato che quando hanno estratto, da una superficie superiore ai 6 millimetri di diametro, i peli caratterizzati da una bassa densità, non si è verificata nessuna rigenerazione. Quando, invece, hanno strappato i peli con una densità maggiore da una zona con un diametro compreso tra 3 e 5 millimetri, si è innescata la ricrescita di un numero compreso tra 450 e 1.300 peli, anche fuori dalla regione interessata.

 

Gli esperti spiegano che questo fenomeno risponde al principio del "quorum sensing", che definisce un sistema che risponde agli stimoli provenienti solo da alcuni membri, non da tutti. In questo caso, il sistema pilifero ha risposto allo strappo di alcuni peli soltanto, restando “insensibile” a quello degli altri.

 

Nello specifico, l’analisi molecolare condotta dagli autori ha dimostrato che i follicoli strappati avevano trasmesso un segnale di soccorso, attraverso il rilascio di proteine infiammatorie, che avevano richiamato sul luogo della lesione le cellule immunitarie. Queste, a loro volta, avevano rilasciato le citochine che, in determinate concentrazioni, comunicano sia ai follicoli lesionati che a quelli integri, che è arrivato il momento di far crescere nuovi peli.

di Nadia Comerci s.p.
Pubblicato il 15/04/2015

potrebbe interessarti anche: