Logo salute24

Cancro al fegato, quali regole seguire per prevenirlo

Il World Cancer Research Fund International ha individuato le principali cause della malattia e le abitudini che ne riducono il rischio

Obesità, aflatossine e il consumo eccessivo di alcolici sono le principali cause del cancro al fegato. Il caffè, invece, riduce le possibilità di sviluppare la malattia. È quanto emerge dal rapporto: “Diet, nutrition, physical activity and liver cancer”, pubblicato dal World Cancer Research Fund International, secondo cui i principi-cardine per prevenire questa forma tumorale sono: mantenere un peso equilibrato e non bere più di due alcolici al giorno (per gli uomini, mentre le donne non dovrebbero bere più di un bicchiere).

 

Il documento analizza il modo in cui la dieta, l'alimentazione, l'attività fisica e il peso influenzano il rischio di sviluppare il tumore al fegato e le possibilità di sopravvivere alla malattia. Rappresenta, inoltre, la più rigorosa e sistematica analisi globale della ricerca scientifica in materia. È, infatti, il risultato del lavoro di un gruppo di ricerca dell'Imperial College London di Londra, che ha esaminato i risultati di 34 studi diversi, condotti in tutto il mondo, che hanno coinvolto circa 8,2 milioni di persone, di cui 24.500 erano state colpite dalla patologia. Prima della pubblicazione, il documento è anche stato valutato da un gruppo di eminenti scienziati internazionali. L’indagine ha portate alle seguenti conclusioni:

 

- esiste un’evidente associazione tra il sovrappeso o l’obesità - valutati in base all'indice di massa corporea (BMI) - e l’aumento del rischio di cancro al fegato;

- il consumo di 3 o più bevande alcoliche al giorno rappresenta una delle principali cause della malattia;

- esiste una forte relazione tra il consumo di alimenti contaminati da aflatossine e l’aumento del rischio di sviluppare la patologia - le aflatossine sono sostanze nocive prodotte dai funghi, che possono trovarsi nei cereali, nelle spezie, nelle arachidi, nei pistacchi, nelle noci del Brasile, nei peperoncini, nel pepe nero, nella frutta e nei fichi secchi;

- bere il caffè riduce il pericolo di essere colpiti da questa forma tumorale.

 

Nelle conclusioni, gli studiosi osservano che mentre era già nota l’associazione tra cancro al fegato da una parte e alcolici e aflatossine dall’altra, l’influenza negativa di sovrappeso o obesità e gli effetti benefici del caffè non erano stati rilevati in precedenza.

di Nadia Comerci s.p.
Pubblicato il 08/05/2015