Logo salute24

Acqua potabile, accessibile per il 90% della popolazione globale

Ancora impossibile utilizzare i servizi igienici per un terzo degli abitanti del mondo

Il 90% della popolazione mondiale ha accesso all'acqua potabile. La possibilità di usufruire dei servizi igienici di base, invece, resta preclusa a un terzo degli abitanti della terra. È quanto emerge dal rapporto: “Progress on sanitation and drinking water: 2015 update and MDG assessment”, pubblicato dall'Unicef e dall'Organizzazione mondiale della sanità. A partire dal 1990, i due organismi verificano periodicamente i progressi compiuti dalla comunità globale nell'assicurare, ai cittadini di tutto il mondo, l'approvvigionamento idrico e la copertura igienico-sanitaria. Ecco i risultati dell'indagine.

 

Acqua potabile – Il 90% della popolazione mondiale ha accesso a una fonte di acqua potabile incontaminata, circa 2,6 miliardi di persone in più rispetto al 1990, quando la percentuale si fermava al 76%.

 

Servizi igienici - Un terzo della popolazione mondiale, circa 2,4 miliardi di persone, non ha la possibilità di utilizzare i servizi igienici di base. Quasi un miliardo di persone, 946 milioni, espleta i suoi bisogni fisiologici fuori di casa. Questa pratica, denominata “defecazione all'aperto”, riguarda diverse comunità umane e contamina l'ambiente in cui esse abitano. Contribuisce anche allo sviluppo, durante l'infanzia, di alcuni disturbi che provocano l'arresto della crescita.

 

Condizioni differenti – Negli ultimi 25 anni, solo alcune aree hanno potuto beneficiare dei progressi compiuti, mentre altre sono rimaste indietro. Fra le persone che espletano i propri bisogni all'aperto, 9 su 10 vivono nelle zone rurali. In campagna abita anche la maggior parte delle persone (8 su 10) che non ha accesso a una fonte di acqua potabile incontaminata. In particolare, risultano svantaggiati gli individui che vivono nell'Africa sub-sahariana e nell'Asia meridionale, soprattutto se sono poveri. Invece, quasi tutti i cittadini dei paesi industrializzati hanno accesso all'acqua potabile e ai servizi igienici.

 

Sviluppo umano - La mancanza di acqua e servizi igienici mette a rischio il benessere delle persone, dei paesi e di intere economie. Senza acqua e servizi igienici, le persone si ammalano, per cui non riescono a lavorare e a essere produttive. Inoltre, milioni di bambini muoiono a causa di malattie che potrebbero essere prevenute con semplici norme igieniche. Pertanto, garantire l'accesso ad acqua e servizi igienici è fondamentale per sostenere il progresso umano.

 

Foto: © EcoPim-studio - Fotolia.com

di Nadia Comerci s.p.
Pubblicato il 11/04/2016

potrebbe interessarti anche: