Logo salute24

Salute a rischio con le bevande zuccherate

Le stime parlano chiaro: meglio ridurne drasticamente il consumo

Le bevande zuccherate continuano a far parlare di loro, e purtroppo quelle che arrivano non sono buone notizie per la salute dei loro assidui consumatori. Dati anticipati nel 2013 all'American Heart Association Council on Epidemiology and Prevention e ora pubblicati sulla rivista Circulation stimano infatti in oltre 180 mila le vittime, ogni anno, di patologie associate al consumo massiccio di queste bibite.

 

Autori delle analisi sono Dariush Mozaffarian, esperto della Friedman School of Nutrition Science & Policy della Tufts University di Boston, e i suoi collaboratori. “In molte nazioni nel mondo c'è un numero significativo di decessi dovuti a un singolo fattore alimentare, le bevande zuccherate”, spiega Mozaffarian. I dati che lo dimostrano sono stati raccolti tramite questionari compilati tra il 1980 e il 2010 da più di 600 mila persone in tutto il mondo e da altre varie fonti, ad esempio i dati sulla disponibilità di zuccheri in 187 diversi paesi e pubblicazioni scientifiche sul tema. Con queste informazioni i ricercatori hanno calcolato l'impatto diretto del consumo di queste bevande sul diabete e sugli effetti collaterali dell'obesità in termini di malattie cardiovascolari, diabete e tumori. Ne è emerso che nel solo 2010 il consumo di bevande zuccherate è stato associato a 133 mila decessi per diabete, 45 mila decessi per malattie cardiovascolari e oltre 6 mila morti per cancro.

 

Alla luce di queste stime Mozaffarian non ha dubbi. “Ridurre sostanzialmente o eliminare le bevande zuccherate dall'alimentazione dovrebbe essere una priorità globale”, osserva l'esperto, sottolineando che mentre alcuni cambiamenti nello stile alimentare, come l'aumento del consumo di frutta e verdura, possono essere resi difficoltosi da fattori come costi economici o problemi legati alla coltivazione o alla conservazione di questi alimenti, ridurre il consumo di bibite contenenti zuccheri non è complicato. Per di più, aggiunge, “non ci sono benefici per la salute derivanti dal consumo di bevande zuccherate”. Seguire il suo consiglio, insomma, porterebbe con sé solo dei vantaggi.

 

Foto: © Andrey Armyagov - Fotolia.com

di s.s.
Pubblicato il 02/07/2015