Logo salute24

Cervello maschile o femminile? Impossibile classificarli

Un nuovo studio svela che non esistono differenze nette tra uomini e donne, smontando una teoria dalle radici antiche

Nonostante scienza e vita di tutti i giorni ci abbiano insegnato che esistono delle differenze cerebrali e comportamentali fra uomini e donne, un cervello non può essere semplicemente classificato come “maschile” o “femminile”. A decretarlo è uno studio pubblicato su Pnas da un gruppo di ricercatori dell'Università di Tel Aviv, che analizzando oltre 1.400 cervelli hanno scoperto che ognuno è un mosaico di caratteristiche che rende difficile una categorizzazione netta in due tipologie. Il cervello degli uomini e quello delle donne sarebbero quindi meno diversi rispetto a quanto si è portato a pensare.

 

Gli autori, guidati dall'esperta delle scuole di Scienze Psicologiche e di Neuroscienze Daphna Joel, hanno basato le loro analisi su risonanze magnetiche cerebrali, svelando un'estesa sovrapposizione sia in termini di materia grigia e materia bianche che in termini di connessioni. “Per di più – spiegano i ricercatori – le analisi della coerenza interna rivela che i cervelli con caratteristiche che siano costantemente a un estremo del continuum 'mascolinità-femminilità' sono rari”. La realtà descritta è ben diversa: la maggior parte dei cervelli sarebbe un puzzle di caratteristiche, alcune delle quali più comuni nelle donne, altre più comuni negli uomini, ed altre ancora comuni in entrambi i generi.

 

“Questi risultati – spiegano gli autori – sono corroborati da un'analisi simile che si è concentrata sui tratti della personalità, sulle attitudini, sugli interessi e sui comportamenti di oltre 5.500 individui che ha svelato che la coerenza interna è estremamente rara”. Tutto, insomma, sembra negare l'esistenza di cervelli maschili distinti da cervelli femminili, una teoria dalle radici molto antiche secondo cui, spiega Joel, “una volta che un feto sviluppa i testicoli, questi secernono testosterone che mascolinizza il cervello”.

 

“Se ciò fosse vero – osserva Joel – ci sarebbero due tipi di cervello”. La conclusione cui è arrivata insieme ai suoi colleghi è però diversa. “Il nostro studio – scrivono infatti i ricercatori su Pnas – dimostra che, anche se ci sono differenze di sesso/genere nel cervello, i cervelli umani non appartengono a una di due distinte categorie: cervello maschile/cervello femminile”.

 

Leggi anche: Il fiuto femminile è una questione di cervello!

 

Foto: © lyusya_k - Fotolia.com

di Silvia Soligon
Pubblicato il 02/12/2015