X

Ti potrebbe interessare anche

Virus, di mattina sono più pericolosi

  • Ico_email
  • print
  • Ico_ingrandisci_carattere
  • Ico_diminuisci_carattere
Influenza

Influenza, donne
battono uomini
grazie agli ormoni

Gli estrogeni avrebbero un effetto antinfluenzale

Se le donne appaiono meno “devastate” dall'influenza rispetto agli uomini, il merito potrebbe essere degli estrogeni. Questi ormoni femminili, infatti, aiuterebbero a contrastare i sintomi influenzali. Ad affermarlo, in uno studio pubblicato sulla rivista Lung Cellular and Molecular Physiology, sono i ricercatori della Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health di Baltimora (Usa). Secondo gli esperti, gli estrogeni sarebbero in grado di ridurre la capacità del virus dell'influenza di replicarsi all'interno delle cellule dell'apparato respiratorio.

 

Gli autori hanno cercato di capire perché, generalmente, le reazioni femminili e maschili di fronte all'influenza sembrino così diverse. Mentre la donna cerca di affrontare la malattia con tutte le energie di cui dispone, l'uomo appare più debole e tende a lasciarsi abbattere con maggiore facilità. Ma non bisogna fargliene una colpa: gli studiosi hanno scoperto che il sesso femminile potrebbe essere avvantaggiato.

 

Nel corso della ricerca, gli scienziati hanno prelevato da volontari di entrambi i sessi alcune cellule epiteliali del naso. Dopo averle coltivate in provetta, le hanno messe in contatto con il virus dell'influenza A. Inoltre, hanno esposto tutti i campioni a tre diverse fonti di estrogeni, naturali e artificiali, per verificare se gli ormoni potessero influenzare l'esito dell'infezione.

 

Al termine dell'esperimento, hanno rilevato che la reazione delle cellule variava a seconda del sesso dell'individuo cui appartenevano. Quelle provenienti dai soggetti femminili rispondevano agli estrogeni attraverso recettori specifici. E durante questo processo, si verificava anche la riduzione della proliferazione del virus influenzale. Le cellule degli uomini, invece, non possedevano questi recettori e non erano, pertanto, in grado di beneficiare dell'effetto protettivo degli estrogeni. Di conseguenza, al loro interno il virus si replicava più velocemente.

 

“Intravediamo un potenziale clinico in questa scoperta – osserva Sabra Klein, che ha coordinato lo studio -, perché gli estrogeni terapeutici usati per trattare la sterilità e durante la menopausa potrebbero proteggere contro l'influenza”

 

Foto: © Halfpoint - Fotolia

di Nadia Comerci s.p. (14/01/2016)

Lascia un commento

Fai una domanda

I commenti sono editati da parte della redazione.