• Ico_email
  • print
  • Ico_ingrandisci_carattere
  • Ico_diminuisci_carattere
Cancro_investimenti_stati_uniti

Stati Uniti, da Obama
700 milioni per la
ricerca contro il cancro

Serviranno per migliorare diagnosi e cura

Sono quasi 700 i milioni di euro che Barak Obama intente investire in ricerca sul cancro. La notizia arriva dalla Casa Bianca, che ha annunciato che il prossimo lunedì il presidente degli Stati Uniti chiederà al Congresso di approvare un budget da 755 milioni di dollari (non molto meno, appunto, di 700 milioni di euro) per avviare nuovi progetti di ricerca mirati allo sviluppo di vaccini, analisi genomiche, test per la diagnosi precoce, immunoterapia e terapia combinata, il tutto in ambito oncologico e con un focus specifico sui tumori rari che colpiscono in età pediatrica.

 

Beneficiari di una gran parte degli investimenti saranno i National Institutes of Health (NIH). I fondi si sommeranno ai 195 milioni di dollari già stanziati alla fine dello scorso anno per finanziare nuovi studi contro il cancro. Altro destinatario degli investimenti sarà la Food and Drug Administration, che dovrebbe ricevere 75 milioni di dollari per la creazione di un nuovo Centro di Eccelenza Oncologico “virtuale” e per iniziative volte alla condivisione dei dati.

 

Fra i progetti da approvare è incluso anche un fondo per la ricerca oncologica a nome del vice presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, che lo scorso anno ha perso il figlio a causa di un tumore al cervello. Obiettivo del fondo sarà fornire un budget flessibile e competitivo per la ricerca ad alto rischio (ma anche ad alto rendimento) e instaurare accordi con l’industria e gruppi filantropici.

 

Infine, Obama e Biden chiederanno ulteriori fondi per centri di eccellenza dedicati a specifiche forme di cancro di cui saranno beneficiari il Pentagono e il Dipartimento degli Affari dei Veterani. “Con cosa grosse come il cancro bisogna pensare in grande - ha sottolineato un funzionario amministrativo statunitense durante una conferenza online - Abbiamo bisogno di un nuovo modello”.

 

Foto: © vitanovski - Fotolia.com

di Silvia Soligon (03/02/2016)

Lascia un commento

Fai una domanda

I commenti sono editati da parte della redazione.