• Ico_email
  • print
  • Ico_ingrandisci_carattere
  • Ico_diminuisci_carattere
Pasta

Cancro: 10 consigli per
prevenirlo attraverso
l'alimentazione

L'Adi elenca le dieci regole-base della prevenzione oncologica

I fondamenti della prevenzione oncologica? Uno stile di vita salutare e una corretta alimentazione. Chi segue una dieta sana, ha un peso equilibrato e pratica regolarmente attività fisica corre, infatti, un minor pericolo di sviluppare il cancro. Lo spiegano gli esperti dell'Adi (Associazione italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica), secondo cui osservare alcune semplici regole potrebbe ridurre fino a un terzo le probabilità di essere colpiti da una neoplasia. Per questo motivo, hanno stilato il decalogo delle norme anti-cancro, che oltre a proteggere dai tumori, riduce anche il rischio di obesità e sovrappeso.

 

Peso corporeo nella norma - L’indice di massa corporea (Imc) dovrebbe restare all'interno di un range compreso tra 18,5 e 24,9. Per calcolarlo basta dividere il peso per l’altezza espressa in metri al quadrato. Per esempio una persona che pesa 70 kg ed è alta 1,74 cm ha un Imc di 70/(1,74 x 1,74) = 23,1.

 

Zuccheri e cibi ipercalorici – È consigliabile evitare le bevande zuccherate e ridurre il consumo di alimenti ipercalorici. In questo modo, oltre al rischio di cancro si abbassa anche quello di sviluppare sovrappeso e obesità.

 

Alimenti di origine vegetale - Occorre mangiare regolarmente frutta, verdura, legumi e cereali integrali. Questi alimenti, infatti, sono ricchi di vitamine, sali minerali, fibre e di altre sostanze benefiche per l'organismo.

 

Carne - È consigliabile limitare l'assunzione di carne rossa. Gli esperti invitano a scegliere quella bianca. Inoltre, suggeriscono di limitare fortemente il consumo di carni conservate e lavorate, come insaccati e salumi. In questo modo, si riduce anche l'introito di sodio.

 

Alcol – Bisogna consumarlo con moderazione. Gli uomini non dovrebbero bere più di 2 bicchieri al giorno, mentre le donne dovrebbero fermarsi a un solo alcolico.

 

Sale – Si consiglia di limitarne l'assunzione. Al suo posto, si potrebbe fare un maggiore uso di spezie, aromi ed erbe aromatiche, che aiutano a insaporire i cibi. Inoltre, per evitare di consumare troppo sale senza rendersene conto, si consiglia di leggere le etichette degli alimenti per controllare la quantità di sodio che vi è contenuta.

 

Alimentazione diversificata - Una dieta varia ed equilibrata permette di assumere tutte le sostanze nutritive di cui l'organismo ha bisogno. 

 

Allattamento al seno - Se possibile, le madri dovrebbero allattare al seno il bambino, perché nessun alimento può fargli bene più del latte materno. Inoltre, allattare fa bene anche alla mamma: riduce il rischio di sviluppare tumore al seno e obesità.

 

Dieta mediterranea – Si conferma in cima alla classifica dei regimi alimentari. Gli effetti benefici determinati dalla dieta mediterranea nella prevenzione del cancro vengono, infatti, ripetutamente confermati dai risultati della ricerca scientifica. Inoltre, recenti meta-analisi hanno evidenziato l’efficacia preventiva neoplastica delle diete pesco-vegetariane. 

 

Attività fisica regolare - Per restare in buona salute occorre allenarsi regolarmente. Chi non ha la possibilità di praticare uno sport, può camminare a passo svelto per almeno 150 minuti a settimana. 

 

Foto: © Paulista - Fotolia.com

di Nadia Comerci s.p. (08/02/2016)

Lascia un commento

Fai una domanda

I commenti sono editati da parte della redazione.