X

Ti potrebbe interessare anche

Alcol, ecco come prevenire l'hangover

  • Ico_email
  • print
  • Ico_ingrandisci_carattere
  • Ico_diminuisci_carattere
Glaucoma_prevenzione

Glaucoma,
la vista si protegge
con la prevenzione

Gli esperti ricordano l'importanza delle misurazione della pressione dell'occhio

In Italia sono circa 1 milione le persone che vengono colpite dal glaucoma. Nel 50% dei casi, però, si tratta di vittime inconsapevoli. Infatti ben una persona su due fra quelle che soffrono di glaucoma non sa di avere a che fare con questo disturbo e corre così il rischio di perdere la vista. A portare l’attenzione sul problema è l’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus, che fino al prossimo 12 marzo promuove iniziative mirate alla protezione della vista da questa malattia attraverso check-up oculistici gratuiti, conferenze informative e distribuzione di opuscoli.

 

Le visite prevedono la misurazione della pressione dell’occhio. Nella maggior parte dei casi, infatti, il glaucoma è causato proprio da un aumento di questo parametro, che con il passare del tempo danneggia irreversibilmente la vista. La diagnosi arriva quando l’aumento della pressione dell’occhio è associato a una riduzione del campo visivo e ad alterazioni della papilla ottica, ma fortunatamente se viene individuato per tempo il glaucoma può essere curato.

 

Per questo la prevenzione secondaria è fondamentale. La situazione ideale è quella in cui il glaucoma viene intercettato ancora prima che scateni particolari sintomi, cioè quella in cui anche quel 50% di italiani ignari di essere alle prese con il problema lo scoprono prima di inizare a farne le spese in termini di capacità visive. L’esame fondamentale cui sottoporsi è proprio la misurazione della pressione dell’occhio, che dovrebbe essere compresa tra i 10 e i 20 mmHg. Ad essere particolarmente a rischio di non trovarsi all’interno di questo intervallo è la pressione oculare di chi ha casi di glaucoma in famiglia, per cui sono fondamentali controlli frequenti della vista. Non bisogna inoltre dimenticare che l’incidenza del glaucoma aumenta con l’età: per questo tutti, dopo i 40 anni, dovrebbero non accontentarsi di un controllo dall’ottico ma sottoporsi a una visita oftalmologica completa che includa la misurazione della pressione dell’occhio da parte di un oculista.

 

Foto: © Monkey Business - Fotolia.com

di s.s. (08/03/2016)

Lascia un commento

Fai una domanda

I commenti sono editati da parte della redazione.