Logo salute24

Praticare il Tai Chi previene le cadute negli anziani

L'antica arte marziale cinese riduce significativamente il rischio di infortuni

Gli anziani che praticano il Tai Chi hanno meno probabilità di andare incontro a brutte cadute. Lo sostengono, in uno studio pubblicato sulla rivista Journal of the American Geriatrics Society, i ricercatori della Taipei Medical University di Taipei (Taiwan). Secondo gli autori, l'antica arte marziale cinese potrebbe migliorare l'equilibrio e la stabilità delle persone in età avanzata, proteggendole dal rischio di farsi male.

 

Leggi anche: Insufficienza cardiaca:  due ore di Tai Chi a settimana migliorano la qualità della vita

 

La ricerca è stata condotta su 456 persone di età pari o superiore a 60 anni, che sono state suddivise in due gruppi. Chi apparteneva al primo doveva partecipare a sedute individuali della terapia chiamata “lower extremity training” (o Let), che include esercizi di stretching, rafforzamento muscolare e incremento dell'equilibrio. I membri del secondo, invece, dovevano seguire un corso di Tai Chi. Questa forma di arte marziale cinese combina posture e movimenti dolci con concentrazione mentale, tecniche di respirazione e di rilassamento. Inoltre, può essere praticata mentre si cammina, si sta in piedi o addirittura da seduti.

 

Entrambi i gruppi hanno svolto sessioni di un'ora ciascuna per un periodo di sei mesi. Inoltre, tutti i partecipanti sono stati invitati a ripetere quotidianamente gli esercizi appresi anche a casa propria. Nel corso delle 24 settimane di sperimentazione e durante i successivi 12 mesi di osservazione, i volontari hanno annotato le eventuali cadute su taccuini che mostravano ogni mese ai ricercatori.

 

Leggi anche: Le raccomandazioni dei geriatri americani: più Tai Chi da vecchi

 

Al termine dell'esperimento, gli  studiosi hanno scoperto che disciplina cinese aiutava a prevenire le cadute più della Let. È infatti emerso che le persone che avevano seguito il corso il Tai Chi correvano un rischio significativamente più basso di sperimentare cadute, rispetto a chi aveva effettuato la terapia. Inoltre, a distanza di un anno, le probabilità di cadere erano del 50% inferiori per chi aveva praticato l'arte marziale. Gli autori ritengono, dunque, che praticare regolarmente il Tai Chi potrebbe preservare le persone anziane dal rischio cadute e infortuni. “Suggerisco agli anziani d'imparare a eseguire gli esercizi di Tai Chi in palestra - osserva Mau-Roung Lin, che ha coordinato lo studio -, e poi di rifarli a casa almeno una volta al giorno”.

di Nadia Comerci s.p.
Pubblicato il 22/03/2016