Logo salute24

Il modello «big-breakfast» per una dieta equilibrata

Non solo i carboidrati non fanno ingrassare, ma secondo gli esperti bisogna mangiarne abbondantemente a colazione. Si chiama “big-breakfast” il nuovo modello dietetico presentato all`ultimo meeting annuale della Società di Endocrinologia americana. Ecco quindi i consigli degli esperti per iniziare bene la giornata e tenere sotto controllo la linea.
Il pasto più importante della giornata, si sa, è la colazione, che deve offrire all’organismo la metà delle calorie da assumere durante la giornata: 610 sulle 1240 totali.  Che questo possa trasformarsi nel segreto per perdere peso è,  invece, la novità. Ovviamente, è sempre necessario tenere sotto controllo alcuni parametri: prima di tutto il sesso e l`attività lavorativa. Neanche la colazione può essere uguale per tutti, cambiando il fabbisogno giornaliero. Di più. Secondo Daniela Jakubowicz, autrice dello studio, non solo bisogna sfatare la leggenda che i carboidrati facciano aumentare di peso, ma è necessario convincersi al contrario che “rappresentano il vero carburante per il nostro corpo e forniscono energia facilmente assimilabile”.
L’unica regola da seguire è assumerli in particolari momenti della giornata. La mattina a colazione, ad esempio, quando il giusto mix di nutrienti si basa su 58 grammi di carboidrati, 47 di proteine, 22 di grassi. Sarà più facile, così, smaltire le energie durante la giornata e arrivare ad un punto di equilibrio per evitare di riprendere peso. E gli altri pasti? A pranzo sono sufficienti 395 calorie, mentre la cena deve essere molto più frugale (bastano 240 calorie) e soprattutto povera di carboidrati, 5 grammi, a fronte dei 18 di proteine e 26 di grassi.

di
Pubblicato il 11/09/2008