Logo salute24

Miopia: la luce solare aiuta i bambini a prevenirla

L'esposizione all'illuminazione naturale può anche rallentare la progressione del disturbo visivo

L'esposizione alla luce solare aiuta a prevenire la miopia o a rallentarne la progressione. Pertanto, per ridurre l'incidenza del disturbo visivo nella popolazione infantile, bisognerebbe spingere i bambini a giocare all'aperto almeno due ore al giorno. È quanto emerge da uno studio pubblicato sulla rivista Investigative ophthalmology & visual science dai ricercatori della Queensland University of Technology di Brisbane (Australia), secondo cui lo sviluppo della miopia non sarebbe dovuto tanto al tempo trascorso davanti a tv, pc e smartphone, quanto alla mancanza di un'adeguata illuminazione esterna.

 

Leggi anche: Entro il 2050 la metà  della popolazione mondiale sarà miope

 

“Anche se i numerosi schermi contribuiscono a far sì che i bambini stiano più tempo dentro casa rispetto al passato, la nostra ricerca dimostra che questi dispositivi non rappresentano la causa diretta dell'aumento dell'incidenza della miopia – dichiara il dottor Read -. Gli oculisti dovrebbero informare i loro pazienti sul fatto che un'esposizione alla luce esterna inferiore ai 60 minuti giornalieri rappresenta un fattore di rischio per lo sviluppo della miopia. Allo stesso modo, sembra che aumentare il tempo trascorso all'aperto possa rallentare la progressione della malattia in chi ne è già affetto”.

 

Gli autori hanno coinvolto 101 ragazzini di età compresa tra 10 e 15 anni, di cui 41 soffrivano di miopia. Nel giro di 18 mesi, ne hanno misurato la vista in quattro diverse occasioni. Inoltre, hanno chiesto loro d'indossare, per 14 giorni consecutivi, un orologio da polso capace di rilevare l'esposizione alla luce solare. Il dispositivo è stato fatto usare in due occasioni - ogni volta per due settimane -, durante i mesi più freddi e nel corso di quelli più caldi dell'anno.

 

Leggi anche: Miopia si previene, giocando all'aperto

 

Al termine dell'esperimento, è emerso che i bambini che trascorrevano più tempo all'aperto correvano meno rischi di sviluppare la miopia, rispetto a quelli che restavano spesso a casa. Inoltre, una maggiore esposizione alla luce del sole aveva rallentato la progressione del disturbo nei miopi. Viceversa, “i bambini che sono stati poco esposti alla luce esterna hanno manifestato un peggioramento della vista – osserva Scott Read -, pertanto anche la progressione della miopia è risultata più veloce”.

 

Foto: © drubig-photo - Fotolia.com

di Nadia Comerci s.p.
Pubblicato il 12/04/2016