Logo salute24

Attività fisica: un'arma contro il cancro

Allenarsi regolarmente aiuta a prevenire lo sviluppo dei tumori o a rallentarne la progressione

Praticare regolarmente attività fisica non aiuta soltanto a restare in forma, ma potrebbe anche rappresentare un'arma contro il cancro. È quanto emerge da uno studio pubblicato sulla rivista Cell Metabolism dai ricercatori dell'Università di Copenaghen (Danimarca), coordinati da Pernille Hojman. Secondo gli esperti, lo sport potrebbe ridurre il rischio di sviluppare un tumore. Inoltre, potrebbe rallentare la progressione della malattia in chi ne è già stato colpito.

 

Leggi anche: Sport, frena l'invecchiamento delle gambe

 

Gli scienziati hanno fatto correre regolarmente all'interno di una ruota – una sorta di “tapis roulant per roditori” - due gruppo di topi: uno composto da esemplari sani, mentre l'altro da animali affetti da diversi tipi di tumore (alla pelle, al fegato o ai polmoni). Dopo un po' di tempo, hanno osservato che l'esercizio fisico aveva ridotto il rischio che i topolini sani si ammalassero di cancro. Inoltre, negli esemplari malati aveva rallentato la crescita della neoplasia. Per di più, gli animali affetti da cancro al polmone avevano tratto un ulteriore beneficio: non mostravano segni di “cachessia”, l'eccessiva perdita di peso che generalmente si riscontra nei pazienti oncologici.

 

Gli autori ipotizzano che l'effetto antitumorale dell'esercizio fisico potrebbe essere dovuto all'azione dell'adrenalina (o epinefrina). Quest'ormone, che viene rilasciato mentre si pratica sport, genera una risposta definita dagli esperti come “combatti-o-fuggi”. Comporta, cioè, l'attivazione delle cellule del sistema immunitario, in particolare di quelle chiamate Natural killer (o linfociti Nk). In presenza di un cancro, queste molecole vengono attirate sul sito del tumore da una proteina secreta dai muscoli, l'interleuchina 6 (Il-6). Una volta giunti a destinazione, i linfociti Nk s'infiltrano all'interno del tumore e fanno in modo di rallentarne o, addirittura, impedirne la crescita.

 

Leggi anche: Cancro: 10 consigli per prevenirlo attraverso l'alimentazione

 

Per testare la validità delle loro supposizioni, i ricercatori hanno effettuato iniezioni di adrenalina o di Il-6 a un altro gruppo di topi, che non sono stati obbligati a correre. Al termine dell'esperimento, hanno osservato che senza esercizio fisico, non si era verificato nessun effetto anti-cancro: le due sostanze erano risultate inefficaci. Di conseguenza, sono giunti alla conclusione che per prevenire o combattere la malattia, è necessario allenarsi regolarmente.

 

Foto: © Halfpoint - Fotolia.com

di Nadia Comerci s.p.
Pubblicato il 22/06/2018

potrebbe interessarti anche: