Logo salute24

Niente più scuse: basta un solo minuto di allenamento intenso

Sessanta secondi di esercizio energico equivalgono a quasi un'ora di attività fisica moderata

La maggior parte delle persone è consapevole del fatto che l'attività fisica aiuta a restare in buona salute e in forma. Ma molti, per pigrizia o perché oberati da impegni, non riescono a praticarla regolarmente. Da oggi, tuttavia, la mancanza di tempo non potrà più rappresentare un alibi per restare inattivi: un gruppo di scienziati canadesi ha scoperto che basta un minuto di esercizio fisico intenso per ottenere gli stessi effetti benefici di quasi un'ora di allenamento moderato. È quanto emerge dallo studio pubblicato sulla rivista PLoS One dai ricercatori della McMaster University di Hamilton (Canada) coordinati da Martin Gibala, che afferma: “Dal punto di vista temporale, rappresenta una strategia di allenamento molto efficiente. Brevi sessioni d'intensa attività fisica permettono di ottenere rilevanti benefici”.

 

Leggi anche: Salute, l'Oms ricorda  l'importanza  dell'attività fisica

 

Gli autori hanno coinvolto nella sperimentazione 27 uomini sedentari e li hanno suddivisi in tre gruppi. Ai primi non sono stati assegnati compiti particolari, per cui sono stati impiegati come gruppo di controllo. Ai secondi, invece, è stato chiesto di svolgere tre sedute di allenamento moderato a settimana, della durata di quasi un'ora (45 minuti di cyclette ad andatura regolare e misurata, seguiti da 7 minuti di raffreddamento). I terzi, infine, sono stati invitati a svolgere tre sessioni settimanali di allenamento breve ma energico sulla cyclette. Quest'ultimo, in particolare, durava complessivamente 10 minuti e comprendeva tre sforzi intensi della durata di 20 secondi, ciascuno dei quali era seguito da due minuti di impegno moderato e terminava con tre minuti di sforzo leggero.

 

Prima dell'inizio dell'esperimento e dopo un periodo di 12 settimane, i ricercatori hanno esaminato alcuni indicatori della salute e della forma fisica dei volontari, tra cui la sensibilità all'insulina, che misura il modo in cui l'organismo regola i livelli di zucchero nel sangue. Al termine, hanno scoperto che i partecipanti che avevano praticato l'allenamento intenso avevano ottenuto gli stessi effetti benefici di quelli che avevano svolto l'esercizio fisico moderato. Ciò significa che avevano raggiunto gli stessi risultati dei soggetti che avevano dedicato allo sport una quantità di tempo cinque volte superiore.

 

Leggi anche: Sport: il calcio fa bene al sesso

 

“La maggior parte delle persone cita la 'mancanza di tempo' come la principale ragione per cui non pratica attività fisica – osserva il dottor Gibala -. Il nostro studio dimostra che un approccio basato sull'allenamento a intervalli potrebbe essere più efficiente, potrebbe cioè arrecare benefici in termini di salute e di forma fisica paragonabili a quelli determinati dai metodi tradizionali, ma in meno tempo”.

 

Foto: © Maridav - Fotolia.com

di Nadia Comerci s.p.
Pubblicato il 03/05/2016