Logo salute24

Sport, praticarne troppo fa male al sesso

Eseguire sforzi eccessivi e prolungati aumenta il rischio di disfunzione erettile

Lo sport potrebbe fare male alla coppia. Praticarne troppo, infatti, potrebbe danneggiare la sfera sessuale maschile, aumentando il rischio di disfunzione erettile. Lo sostengono gli urologi riuniti a Roma in occasione del Congresso nazionale di urologia “Qualità della vita in Urologia e Andrologia: dalla terapia della malattia alla terapia del paziente”, promosso e organizzato da Francesco Sasso, specialista in Urologia e andrologia presso l'Università Cattolica “Sacro Cuore” di Roma, con il patrocinio della Società italiana di urologia (Siu). Secondo gli esperti, l’attività fisica potrebbe avere effetti negativi solo se praticata in quantità eccessiva. Se svolta con moderazione, invece, potrebbe migliorare le performance e la salute sessuale.

 

Ma quali sono gli sport più pericolosi per il benessere della coppia? Culturismo, atletica leggera, equitazione e ciclismo, soprattutto se esercitati a livello professionale. Ma può fare male al sesso anche la corsa prolungata, che superi i 100 chilometri alla settimana “Nell'uomo l'uso della bicicletta determina una compressione della zona perineale che provoca un mancato afflusso di sangue, e di conseguenza la perdita di elasticita - spiega il dottor Sasso -. L'esercizio fisico ben condotto invece migliora la salute sessuale. Il movimento abbassa il rischio di impotenza e quello di tutte le patologie che la provocano”.

 

Gli esperti precisano che lo sforzo fisico eccessivo e l'uso di sostanze dopanti rientrano tra le cause della disfunzione erettile, un disturbo che nel mondo colpisce 100 milioni di uomini. In Italia ne soffre il 13% della popolazione maschile. Si tratta di un problema che diventa più diffuso con il passare del tempo: dopo i 50 anni colpisce quasi il 50% degli uomini. Gli effetti negativi sulla sessualità causati dalla pratica eccessiva dello sport, concludono gli specialisti, interessano tuttavia persone di tutte le età, compresi i giovani. 

 

Leggi anche: Niente più scuse:  basta un solo minuto  di allenamento intenso

 

Foto: © Hugo Félix - Fotolia.com

di n.c.
Pubblicato il 26/05/2016

potrebbe interessarti anche: