Logo salute24

Italiani pigri: solo 1 su 5 si allena con regolarità

I più virtuosi sono i ragazzini delle medie, che praticano 5 ore di sport a settimana

Gli italiani sono pigri: più del 60% non pratica attività fisica con regolarità. È quanto emerge dall’ultima edizione dell’Osservatorio Nestlé-Fondazione Adi, secondo cui solo una persona su cinque in Italia pratica uno sport con costanza. I più attivi sono i ragazzi delle medie, ma con il passare degli anni l'esercizio fisico svolto diminuisce progressivamente.

 

L'indagine evidenzia che solo il 20% degli italiani pratica regolarmente un'attività fisica, mentre il 16% dichiara di farlo senza regolarità. La fascia della popolazione più virtuosa è quella compresa tra 11 e 13 anni. I ragazzini di quest'età, infatti, svolgono circa 5 ore a settimana di attività fisica. Ma con la crescita, questa buona abitudine diminuisce di mezz’ora a settimana ogni anno. 

 

Secondo le “Linee guida per l'attività fisica 2016-2020 presentate dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, gli adulti dovrebbero praticare almeno 150 minuti a settimana di attività fisica aerobica. I bambini, invece, dovrebbero svolgere almeno 60 minuti al giorno di esercizio fisico moderato o intenso. Lo sport rappresenta, infatti, uno degli elementi fondamentali di uno stile di vita salutare, insieme a una corretta alimentazione.

 

Leggi anche: Sport: il calcio fa bene al sesso

 

“A tutte le età il movimento fisico innesca un circolo virtuoso tra sport e alimentazione, migliorando entrambi. Inserire un’attività fisica all’interno della propria quotidianità aiuta ad educare il nostro corpo ad uno stile di vita più sano sotto ogni punto di vista, anche quello alimentare - spiega Giuseppe Fatati, Presidente della Fondazione Adie coordinatore scientifico dell’Osservatorio Nestlé - Fondazione Adi -. Basta davvero poco per mantenersi attivi, avere degli accorgimenti per sentirsi più in forma e mangiare meglio. In questo modo il profilo metabolico e l’organismo ne risentono in modo positivo e il risultato è quello di avere una sensazione di benessere generale”.

 

Cosa mangiare quando si svolge attività fisica? “In linea generale per coloro che praticano un’attività sportiva 2-3 volte alla settimana, è sufficiente seguire un regime dietetico equilibrato, con un corretto apporto di tutti i nutrienti fondamentali – comunica il dottor Fatati -. Basta rispettare la semplice regola dei 5 pasti al giorno, l’errore più grave, infatti, è mangiare tanto poche volte al giorno”.

 

Secondo gli esperti, occorre anche tenere in considerazione il momento della giornata in cui si sceglie di praticare attività fisica. Per esempio, chi preferisce allenarsi al mattino dovrebbe farlo circa due ore dopo aver consumato un’abbondante colazione, a base di alimenti ad alto valore energetico ma con un basso contenuto di grassi. Chi invece predilige il pomeriggio, dovrebbe praticare sport a distanza di tre ore dal pranzo. Durante il pasto, dovrebbe scegliere i carboidrati e cercare di evitare i grassi, perché richiedono tempi di digestione più lunghi. Infine, chi decide di fare movimento dopo cena, dovrebbe mangiare alimenti leggeri almeno un’ora e mezzo prima dell’allenamento.


Foto: © Deklofenak - Fotolia.com

di n.c.
Pubblicato il 03/06/2016

potrebbe interessarti anche: