Logo salute24

Muscoli, identificate le molecole che li mantengono giovani

Una è espressa nelle cellule staminali, l'altra riesce letteralmente a ringiovanire i tessuti muscolari. La scoperta su Nature Medicine

Identificate due delle cause alla base dell’invecchiamento dei muscoli: secondo una serie di esperimenti pubblicati sulla rivista Nature Medicine ad entrare in gioco in questo processo sono sia l’integrina beta 1, proteina fondamentale per la rigenerazione dei muscoli, che la fibronectina, molecola che a sua volta interagisce con l’integrina beta 1. La scoperta, ipotizzano i suoi autori, potrebbe mettere a disposizione un bersaglio per nuove terapie in grado di combattere l’invecchiamento muscolare o malattie che colpiscono questi organi.

 

A svelare il ruolo dell’integrina beta 1 è stato un gruppo di ricercatori della Johns Hopkins University di Baltimora, negli Stati Uniti. In particolare, gli scienziati di Baltimora hanno scoperto che all’interno delle cellule staminali dei muscoli (fondamentali per la rigenerazione del tessuto muscolare in seguito a dei danni) l’integrina beta 1 è cruciale per mantenere attivo il ciclo di dormienza, attivazione, proliferazione e, di nuovo, dormienza di queste cellule. In particolare, gli autori hanno scoperto che con l'invecchiamento nelle cellule staminali dei muscoli l’attività dell’integrina beta 1 diminuisce, dimostrando che nei muscoli invecchiati dei topi è sufficiente attivarla per ripristinare le capacità rigenerative delle staminali. “Una riparazione muscolare non efficiente durante la vecchiaia è un problema clinico significativo e c’è molto bisogno di terapie, soprattutto alla luce dell’invecchiamento della popolazione - spiega Chen-Ming Fan, responsabile dello studio che ha svelato il ruolo dell’integrina beta 1 - Trovare un modo per bersagliare le cellule staminali dei muscoli potrebbe migliorare fortemente il rinnovamento dei muscoli negli anziani”.

 

L’importanza della fibronectina è stata invece dimostrata in uno studio pubblicato sullo stesso numero di Nature Medicine da un gruppo di ricercatori guidato da Laura Lukjanenko dell’École Polytechnique Fédérale di Losanna (Svizzera). Dalle ricerche condotte è emerso che rispetto ai muscoli giovani quelli più vecchi contengono livelli significativamente inferiori di questa molecola, che eliminare la fibronectina dai muscoli giovani li fa letteralmente invecchiare e che ripristinarne i livelli nei muscoli invecchiati ripristina anche la capacità rigenerativa tipica dei muscoli più giovani.

 

Leggi anche: Mele e pomodori per i muscoli, così si combatte l'invecchiamento.

 

“Presi nell’insieme - ha commentato Fan - i nostri risultati dimostrano che le cellule staminali dei muscoli invecchiati con attività dell’integrina beta 1 compromessa e i muscoli invecchiati con una quantità insufficiente di fibronectina sono alla radici dell’invecchiamento muscolare. Ciò rende l’integrina beta 1 e la fibronectina bersagli terapeutici molto promettenti”.

 

Foto: Un muscolo normale messo a confronto con un muscolo privo di integrina beta 1. Credit @ Carnegie Science 

di Silvia Soligon
Pubblicato il 26/08/2016